Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

coppia differenziale dissimetrica

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc

0
voti

[1] coppia differenziale dissimetrica

Messaggioda Foto Utenteantonio07 » 4 gen 2017, 17:37

Salve,

nello studio della coppia differenziale ho visto che la coppia può essere sempre studiata con riferimento al semicircuito differenziale ottenuto rendendo simmetrica la coppia ovvero distribuendo le R, C sui 2 rami.

IL mio problema è sull'amplicatore detto a larga banda ovvero :
larga banda.jpg


dove nel semicircuito differenziale la Rc resta solo su un lato provocando 2 guadagni di tensione diversi a seconda di quale lato considero. Io mi sarei aspettato 2 semicircuiti con Rc/2 su entrambi i lati.

Posso conclude che va simmetrizzato solo ciò che è sul percorso di base e emettitore perché è ciò che fissa la corrente di collettore mentre ciò che è sul collettore può differire?

grazie.
Avatar utente
Foto Utenteantonio07
38 1 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 196
Iscritto il: 8 nov 2007, 1:51

0
voti

[2] Re: coppia differenziale dissimetrica

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 4 gen 2017, 18:11

Non ho capito bene il problema, penso che se si aggiungesse una Rc in serie al collettore di T1, questo è irrilevante per la tensione ai capi di Rc sul collettore di T2. O_/
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
8.844 4 9 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 4119
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

0
voti

[3] Re: coppia differenziale dissimetrica

Messaggioda Foto Utenteantonio07 » 4 gen 2017, 18:14

MarcoD ha scritto:Non ho capito bene il problema, penso che se si aggiungesse una Rc in serie al collettore di T1, questo è irrilevante per la tensione ai capi di Rc sul collettore di T2. O_/


ok ma quello che io avrei fatto è suddividere la Rc in due parti nel circuito originale e poi passare al semicircuito che però avrebbe avuto a questo punto Rc/2. un po' come fatto in questo esecizio:

gigino.jpg
Avatar utente
Foto Utenteantonio07
38 1 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 196
Iscritto il: 8 nov 2007, 1:51

1
voti

[4] Re: coppia differenziale dissimetrica

Messaggioda Foto Utentewruggeri » 4 gen 2017, 18:21

In realtà, nel circuito che proponi la resistenza mancante:

Immagine.png


Ovvero, stabilizza il "suo" lato, ma non ha un'influenza effettiva sul gain (l'output viene preso dall'altro lato!).

Seguimi un attimo (e correggimi se sbaglio :mrgreen: ):

Immagina un segnale ( = una variazione di tensione) v_s all'ingresso del tuo amplificatore: ponendo che nel transistor d'ingresso V_{BE} resti più o meno costante (come riportato nel testo di Horowitz-Hill, che ho citato sopra, questo è "più vero" se la resistenza di collettore c'è anche a sinistra), la tensione all'emettitore cambia anch'essa di v_s, ed altrettanto fa la tensione all'emettitore del secondo transistor. Questo vuol dire che la tensione base-emettitore di questo secondo transistor cambia (la sua base è "ferma" a massa!), ovvero per l'equazione di Ebers-Moll si ha una variazione della corrente di collettore:

\Delta I_c = I_{0} e^{\frac{V_{BE}}{V_T}} (e^{\frac{v_s}{V_T}} - 1)

Che vuol dire, rispetto alla tensione d'uscita (che scrivo minuscola in quanto segnale):

v_o = V_{cc} - \Delta I_c \cdot R_C

E cioè, come puoi vedere, l'unica R_C coinvolta nel calcolo (almeno al livello di approssimazione usato) è quella del lato "con l'uscita" ;-)
Ultima modifica di Foto Utentewruggeri il 4 gen 2017, 18:28, modificato 1 volta in totale.
Rispondo solo a chi si esprime correttamente in italiano e rispetta il regolamento.
Se non conosci un argomento, non parlarne.
Gli unici fatti sono quelli dimostrabili, il resto è opinione.
Non sono omofobo, sessista, leghista o analoghe merdate.
Avatar utente
Foto Utentewruggeri
5.524 2 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1136
Iscritto il: 25 nov 2016, 18:46

0
voti

[5] Re: coppia differenziale dissimetrica

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 4 gen 2017, 18:28

Se il circuito non e` simmetrico non lo puoi simmetrizzare per forza. Qualche volta lo si puo` fare, ma con complicazioni varie. Ad esempio nel tuo secondo circuito hai dovuto cambiare Rc, la tensione di ingresso. Non sempre ne vale la pena.

Inoltre quando si fanno questi cambiamenti, si rischia di perdere qualche pezzo di informazione, ad esempio l'alta frequenza, l'effetto Early... Vedi la risposta di Foto Utentewruggeri
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
112,9k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19753
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00


Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Feedfetcher e 68 ospiti