Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Trasformatore di isolamento, consigli per gli acquisti.

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[1] Trasformatore di isolamento, consigli per gli acquisti.

Messaggioda Foto Utentelucaking » 15 gen 2018, 10:06

Siccome mi capita di mettere mano su dispositivi a tensione di rete quali dimmer o alimentatori switching, vorrei munirmi di un trasformatore di isolamento con il quale alimentarli, così da poter lavorare e anche fare delle misure con l'oscilloscopio in relativa sicurezza.

Ho un poco di nebbia a riguardo, e mi farebbero comodo i vostri consigli.
Ho letto di persone che usano dei normali trasformatori 230:230 (anche se non mi pare siano cosi diffusi), altri che usano due trasformatori identici in cascata, ma mi è parso di capire che un vero trasformatore di isolamento abbia caratteristiche un po diverse.
Se così, sapete dirmi cosa devo ricercare?
Avatar utente
Foto Utentelucaking
898 2 5 8
Expert
Expert
 
Messaggi: 829
Iscritto il: 29 mag 2015, 14:28

0
voti

[2] Re: Trasformatore di isolamento, consigli per gli acquisti.

Messaggioda Foto Utentelucaking » 15 gen 2018, 15:52

In ordine di prezzo discendente, nel range di potenza che mi interessa, avrei individuato queste tre possibili soluzioni.
Sol 420
Sol 193
Sol 169
Anche se preferirei l' ultima (non solo per il prezzo), fusibili e protezioni termiche a parte, vorrei sapere se ci sono altre differenze importanti che ignoro.
Avatar utente
Foto Utentelucaking
898 2 5 8
Expert
Expert
 
Messaggi: 829
Iscritto il: 29 mag 2015, 14:28

0
voti

[3] Re: Trasformatore di isolamento, consigli per gli acquisti.

Messaggioda Foto Utentelucaking » 16 gen 2018, 9:16

So di aver toccato un argomento che spesso genera diatribe, ma ho forse detto qualcosa di sbagliato?
Avatar utente
Foto Utentelucaking
898 2 5 8
Expert
Expert
 
Messaggi: 829
Iscritto il: 29 mag 2015, 14:28

0
voti

[4] Re: Trasformatore di isolamento, consigli per gli acquisti.

Messaggioda Foto Utentesetteali » 16 gen 2018, 9:47

Ciao,
valutare la possibilità di costruirtelo ?
Potrebbe essere semplice, ma certamente anche difficile, se ad esempio tu avessi già un trasformatore delle dimensioni del kW o tu potessi recuperarne da qualche officina o mercatini, ne dovresti trovare un paio per poter recuperare il filo da uno per fare l'altro che diverrebbe quello d'isolamento.

E' solo un'idea per costruire qualcosa da te che secondo me è interessante saper lavorare su un trasformatore.
O_/
<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
5.531 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3019
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

1
voti

[5] Re: Trasformatore di isolamento, consigli per gli acquisti.

Messaggioda Foto Utentelucaking » 16 gen 2018, 10:55

Ma quindi mi confermate che è un normale trasformatore 230:230?

I mie dubbi sono sorti soprattutto visti i prezzi dei "trasformatori da laboratorio" e anche dopo aver letto quanto dice Foto UtenteDirtyDeeds in questa discussione, dove parla di schermi elettrostatici connessi a terra.

In poche parole, visto che lo faccio per la sicurezza, almeno vorrei farlo bene.
Avatar utente
Foto Utentelucaking
898 2 5 8
Expert
Expert
 
Messaggi: 829
Iscritto il: 29 mag 2015, 14:28

0
voti

[6] Re: Trasformatore di isolamento, consigli per gli acquisti.

Messaggioda Foto Utentesetteali » 16 gen 2018, 11:15

proprio normale, non è , è costruito con maggiori accortezze e anche farlo da se non va fatto senza riguardi.

O_/
<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
5.531 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3019
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[7] Re: Trasformatore di isolamento, consigli per gli acquisti.

Messaggioda Foto Utenteelettrodomus » 16 gen 2018, 20:16

Io non ho consigli per gli acquisti, però non vorrei Foto Utentelucaking, che avessi una visione sbagliata del trasformatore d'isolamento.
Potrebbe avere la stessa pericolosità della tensione di rete, in realtà.
Non so né che tipo di misure vuoi fare, né come intendi farle, tuttavia devi sapere che se tu toccassi i due poli del secondario, saresti sottoposto alla stessa tensione che c'è tra fase e terra, nei circuiti di rete.
Solitamente il trasformatore d'isolamento 230V/230V, viene usato per proteggere dalle dispersioni causate da un guasto d'isolamento, il quale non si richiude al centro stella della cabina di rete (attraverso il terreno). Tuttavia, nel caso in cui ci fosse un doppio guasto (uno per polo del secondario) il pericolo sussisterebbe, eccome. Tant'è che per la sicurezza è necessario collegare tutte le masse equipotenzialmente. Come capirai, un doppio guasto, diventerebbe così un cortocircuito.
...Tutto questo per dire, che nel caso tu lavorassi a fili scoperti, convinto di non essere in pericolo, perché tanto hai il trasformatore d'isolamento... saresti in errore.
Igor
Avatar utente
Foto Utenteelettrodomus
10,1k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2607
Iscritto il: 28 gen 2011, 22:38
Località: Bassa Bresciana

0
voti

[8] Re: Trasformatore di isolamento, consigli per gli acquisti.

Messaggioda Foto Utentelucaking » 16 gen 2018, 20:40

Ti ringrazio, ma ne sono consapevole, è per questo che al post [1] parlo di "relativa sicurezza".

Il problema che non ho ancora capito se basti un normale trasformatore 230:230 con presa di terra sul nucleo di lamierini o se questi schermi elettrostatici siano altro.

Purtroppo non trovo molta letteratura a riguardo. :(
Avatar utente
Foto Utentelucaking
898 2 5 8
Expert
Expert
 
Messaggi: 829
Iscritto il: 29 mag 2015, 14:28

0
voti

[9] Re: Trasformatore di isolamento, consigli per gli acquisti.

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 16 gen 2018, 21:18

Non hai indicato la potenza elettrica che prevedi di utilizzare, quanto intendi spendere e quanto prevedi di utilizzarlo.
Per una soluzione economica, fino a potenze di un centinaio di watt, potresti adoperare due trasformatori
220/24 V in cascata alimentando il secondo con i 24 V del primo. Il rendimento sarà la meta di quello di un singolo trasformatore. Se poi metti a massa di protezione un capo del 24 V ottieni una maggiore sicurezza pari
a quella degli schermi elettrostatici.
Queste sono solo mie considerazioni teoriche, non ho mai avuto la necessità di realizzare/utilizzare qualcosa di simile.
Buone prove O_/
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
6.329 4 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2541
Iscritto il: 9 lug 2015, 16:58
Località: Torino

0
voti

[10] Re: Trasformatore di isolamento, consigli per gli acquisti.

Messaggioda Foto Utentealdofad » 16 gen 2018, 21:24

per i piccoli lavoretti in 230V io mi servo di un trasformatore di isolamento da bagno (quelli per sufficienti solo ad alimentare un rasoio per capirsi); tuttavia, come detto in precedenza, questo non annulla il rischio di folgorazione ma certamente diminuisce la pericolosità
Avatar utente
Foto Utentealdofad
843 4 5
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 689
Iscritto il: 21 gen 2014, 1:07
Località: Treviso

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Feedfetcher e 39 ospiti