Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Problema Vcc trasformatore

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentelillo, Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago

0
voti

[1] Problema Vcc trasformatore

Messaggioda Foto Utenteclanis » 18 dic 2018, 19:24

Buonasera, abbiamo un problema in un cantiere in corso di realizzazione, dove è prevista l'installazione di un trasformatore in resina da 2000 kVA Vcc=8%.
Dai calcoli eseguiti con programma di calcolo ci risultava una Icc(3f) massima sul power center di 33.4 kA.
Il costruttore del trasformatore ci ha presentato una scheda per approvazione con indicata Vcc=8%, ma poi in fase di costruzione è stato realizzato un trasformatore con Vcc al 7.45%, ed il costruttore sostiene che ciò gli è consentito dalla normativa di prodotto che per la Vcc consente un margine del +-10% rispetto al valore indicato.
Fatto sta che con Vcc=7.45%, la Icc nel nostro power center supera i 36 kA e molti interruttori risulterebbero non più idonei avendo appunto Icu=36kA.
Non ci era mai capitato di ricevere un trasformatore con la Vcc inferiore a quanto richiesta nel progetto, appellandosi a questa famosa tolleranza prevista dalla normativa di prodotto.
Avete qualche suggerimento per risolvere la situazione? Vi è mai capitata una situazione del genere?
Ma tutti i calcoli che noi progettisti facciamo, non vanno a farsi benedire con questo famoso margine che il costruttore ha del +-10%?

Grazie a tutti, saluti
Avatar utente
Foto Utenteclanis
105 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 146
Iscritto il: 18 mar 2009, 18:55

0
voti

[2] Re: Problema Vcc trasformatore

Messaggioda Foto UtenteMASSIMO-G » 18 dic 2018, 19:32

Costruire trafo con Vcc alta abbassa la corrente di corto circuito ma contemporaneamente abbassa anche il cosfi ci corto circuito, quindi per un corto circuito nei pressi del trasformatore gli interruttori del power center che a prima vista (valutando solo la Icu ) potrebbero essere adeguati in realtà non lo sono in quanto il cosfi di corto circuito di prova è maggiore di quello effettivo . E allora vanno sovradimensionati ugualmente. Il problema è ancora piu sentito con il trafo a freddo. Spero che sia stato tutto valutato attentamente
Avatar utente
Foto UtenteMASSIMO-G
12,6k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2636
Iscritto il: 20 set 2004, 8:31
Località: PIACENZA

0
voti

[3] Re: Problema Vcc trasformatore

Messaggioda Foto UtenteMASSIMO-G » 18 dic 2018, 19:53

Gli interruttori da 36kA hanno cosfi di cto cto di prova di 0.25, vicino a un trafo di quel genere è assai probabile che ci sia un cosfi di cto cto inferiore a 0.15 . Quindi con molte considerazioni da fare per quanto riguarda il potere di stabilimento degli interruttori . Quindi essere all’osso puo essere pericoloso , valutare se passare a interruttori da 50kA (almeno…) oppure inserire reattanze limitatrici
Prima parlavo di trafo a freddo in quanto i dati di targa sono riportati con avvolgimenti a 75°. Con la macchina fredda avremmo perdite inferiori a quelle di targa e cosfi di cto cto imposto alla corrente di cortocircuito sul power center nei pressi del trafo ancora minore
Avatar utente
Foto UtenteMASSIMO-G
12,6k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2636
Iscritto il: 20 set 2004, 8:31
Località: PIACENZA

0
voti

[4] Re: Problema Vcc trasformatore

Messaggioda Foto UtentePanella » 18 dic 2018, 20:16

Nel calcoli di corto in fase di progetto si considera un -10% sulla reattanza del trasformatore mentre su avviamento motori si considera un +10% per considerare la tolleranza costruttiva e tutelarsi.
In generale si dimensiona prendendosi un po' di margine, il progettista braccino non dorme la notte.
Un trasformatore da 2MVA inizia ad avere una taglia importante per un MT/bt e di conseguenza va scelto il quadro power center a valle ed i suoi componenti.
La stima di 33kA vista così sembra un po' risicata, soprattutto considerando anche il contributo dei motori bt in impianto ed una condizione di tensione sfavorevole pari al 110% Vn.
M dispiace per il progettista che dovrà venirne fuori ma sarà tutta esperienza per lui per il futuro.
Come soluzione oltre a quelle indicate da Foto UtenteMASSIMO-Gnon ve ne sono molte altre, forse allungare un po' i cavi dal trasformatore al power center ma bisogna capire di quanto è fuori la corrente di corto circuito.
Comunque in generale è buona cosa scegliere le caratteristiche degli interruttori in analogia alle caratteristiche del quadro.
Avatar utente
Foto UtentePanella
705 4
Expert
Expert
 
Messaggi: 188
Iscritto il: 19 gen 2018, 17:27

0
voti

[5] Re: Problema Vcc trasformatore

Messaggioda Foto Utentefpalone » 18 dic 2018, 21:15

Certo, la CEI EN 60076-1 prevede una tolleranza del +/- 10% sull'impedenza di c.to-c.to, per cui se nella specifica di acquisto non è stato indicata una tolleranza più restrittiva il costruttore è nel giusto.
Se il progettista ha deciso di procedere con un margine così risicato, avrebbe anche dovuto prevedere tolleranze diverse per il trasformatore.
In genere i produttori, se non devono effettuare la prova di tenuta al corto circuito, tendono ad usare il margine a scendere, in quanto consente di ridurre un poco le perdite addizionali negli avvolgimenti.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
11,0k 5 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2187
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 21 ospiti