Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Scelta tensione di un condensatore elettrolitico

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ

0
voti

[1] Scelta tensione di un condensatore elettrolitico

Messaggioda Foto UtenteLayout » 30 mar 2019, 14:51

Buongiorno a tutti voi.
Avrei una curiosità da chiedervi: ho un alimentatore da 24 V in corrente continua e ci sono due condensatori elettrolitici posti in parallelo alla 24 V. I condensatori sono gonfi ed entrambi sono da 2200uF-25V. Che io sappia, la tensione deve essere maggiore rispetto a quella a cui sono alimentati. Sicuramente potrei scegliere di sostiturili con 2 da 2200uF-50V, ma per scrupolo di curiosità e per avere le idee piu chiare vorrei sapere da voi se potrei invece sostituirli tranquillamente con 2 da 2200uF-35V.

Grazie mille a tutti
Avatar utente
Foto UtenteLayout
0 3
 
Messaggi: 32
Iscritto il: 11 mar 2019, 0:28

0
voti

[2] Re: Scelta tensione di un condensatore elettrolitico

Messaggioda Foto Utentemrc » 30 mar 2019, 15:30

Ciao Foto UtenteLayout.

Capita molto spesso che i condensatori elettrolitici, negli alimentatori commerciali, siano inseriti con tensioni appena superiori al valore della tensione applicata, questo nel tempo provoca il loro danneggiamento.

Layout ha scritto:I condensatori sono gonfi ed entrambi sono da 2200uF-25V....vorrei sapere da voi se potrei invece sostituirli tranquillamente con 2 da 2200uF-35V....

Penso che un margine di 10 V sia sufficiente per garantire l' utilizzo ottimale dei condensatori nel tuo alimentatore, quindi li puoi sostituire tranquillamente con il tipo a 35 V.
Avatar utente
Foto Utentemrc
10,1k 5 11 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3866
Iscritto il: 16 apr 2009, 9:32

0
voti

[3] Re: Scelta tensione di un condensatore elettrolitico

Messaggioda Foto UtenteLayout » 30 mar 2019, 15:42

Ciao mrc, ti ringrazio intanto per la tua risposta.
Volevo chiederti, se c'è un criterio tecnico o teorico o una formula per poter valutare la tensione che debba avere un condensatore elettrolitico, affinchè esso possa lavorare in buoni regimi.
Avatar utente
Foto UtenteLayout
0 3
 
Messaggi: 32
Iscritto il: 11 mar 2019, 0:28

0
voti

[4] Re: Scelta tensione di un condensatore elettrolitico

Messaggioda Foto Utentemrc » 30 mar 2019, 16:59

Quella che ti ho dato è stata una indicazione dettata dall' esperienza.
Non sono a conoscenza di procedimenti matematici per arrivare a stabilire il valore della tensione che deve avere un condensatore di livellamento in funzione di quella applicata.

Un criterio tecnico, su questo argomento, lo puoi trovare leggendo il seguente thread:

viewtopic.php?f=1&t=68240

ponendo maggior attenzione al post n°8.
Avatar utente
Foto Utentemrc
10,1k 5 11 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3866
Iscritto il: 16 apr 2009, 9:32

0
voti

[5] Re: Scelta tensione di un condensatore elettrolitico

Messaggioda Foto Utentemrc » 30 mar 2019, 18:02

Aggiungo che, empiricamente, puoi considerare di usare, in generale, dei condensatori che abbiano una tensione "di targa" superiore al 20% rispetto alla tensione di lavoro a loro applicata.
Avatar utente
Foto Utentemrc
10,1k 5 11 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 3866
Iscritto il: 16 apr 2009, 9:32

1
voti

[6] Re: Scelta tensione di un condensatore elettrolitico

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 30 mar 2019, 19:28

Un altro aspetto importante quando si usano gli elettrolitici subito dopo i raddrizzatori (soprattutto quando all'alimentatore è richiesto di fornire correnti consistenti con continuità) è quello di curare che siano sufficientemente aerati e, se possibile, del tipo a 105 °C. Il calore che si sviluppa al loro interno in questi impieghi è il loro nemico principale (anche in alimentatori normali. non solo in quelli switching).
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
21,8k 6 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 5951
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano

0
voti

[7] Re: Scelta tensione di un condensatore elettrolitico

Messaggioda Foto UtenteLayout » 30 mar 2019, 21:36

Grazie mrc, sei stato molto esaustivo.

quindi se aggiungiamo alle 24 V il 20% andiamo a circa 29V, potrei optare per le 35V che tu mi consigliavi.

Per Piercarlo: si tratta di un alimentatore aperto, non è chiuso. E' un alimentatore a 24 V su PCB e i due condensatori sono collegati in parallelo proprio all'ingresso della 24 V.

Inoltre ho una scheda che eroga circa 200W di potenza che è alimentata proprio da questo alimentatore. All'ingresso di questa scheda ci sono pure 2 condensatori da 2200uF-25V. Anche questi posso metterli da 35V?
Avatar utente
Foto UtenteLayout
0 3
 
Messaggi: 32
Iscritto il: 11 mar 2019, 0:28

1
voti

[8] Re: Scelta tensione di un condensatore elettrolitico

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 30 mar 2019, 22:06

Sì, non ci sono controindicazioni (oltretutto condensatori con tensione di lavoro più alta sono in genere più grossi, tendendo così a riscaldarsi di meno). Certo che alimentare a 24 volt un carico da 200 watt non è proprio uno scherzo dal punto di vista delle correnti che vi circolano! (8,5 ampere circa, che pochi proprio non sono)
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
21,8k 6 10 13
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 5951
Iscritto il: 30 mar 2010, 19:23
Località: Milano


Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 22 ospiti