Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Mi consigliate cronotermostato nuovo per favore?

Caldaie, climatizzatori, isolamento termico, impianti di illuminazione e di insonorizzazione

Moderatori: Foto UtenteGuerra, Foto Utentepaolo a m, Foto UtenteDarioDT, Foto UtenteMassimoB

0
voti

[1] Mi consigliate cronotermostato nuovo per favore?

Messaggioda Foto Utentelansky » 23 ott 2015, 14:28

Salve a tutti.
Avrei bisogno di un Vostro consiglio per sostituire un termostato. Da poco ho comprato un appartamento, data di costruzione 2007, coibentato, circa 86mq utili, 3 camere (per ora usiamo solo la matrimoniale che è la stanza più fredda oltretutto), due bagni e un salone/cucina di 35mq. L'appartamento è abbastanza caldo in se, però vorrei sostituire questo termostato Vemer Klima 2 VE01880 (un modello semplicissimo con la sola manopola di regolazione delle temperatura) con qualcosa di diverso, un cronotermostato più nuovo ad esempio. Girando in rete ho visto ad esempio questo:
Fantini Cosmi C804, oppure un prodotto diverso che sto vedendo spesso anche in TV, Netatmo NTH01-DE-EC o anche questo modello wireless da Leroy Merlin cronotermostato wireless Confort Crono Radio della Equation
Durante la settimana siamo solo io e mia moglie, usciamo la mattina alle 7.30 e rientriamo quasi sempre intorno alle 17, tranne il sabato e la Domenica.
Voi cosa mi consigliate?
Intanto grazie a tutti!!
Avatar utente
Foto Utentelansky
5 2
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 22 giu 2015, 9:25

0
voti

[2] Re: Mi consigliate cronotermostato nuovo per favore?

Messaggioda Foto Utentemir » 23 ott 2015, 15:27

Salve Foto Utentelansky.
Il cronotermostato svolge la funzione di regolare la temperatura dell'impianto di riscaldamento infunzione del set impostato sullo stesso. Quello che hai disponibile è una versione, direi semplice, ovvero un termostato meccanico con contatto unipolare, come puoi appurare sul suo libretto di istruzioni-installazione.
La sua sostituzione con un modello di tipo elettronico non ha nessuna controindicazione per quanto concerne l'installazione, in quanto l'installazione è simile a quella del tipo meccanico o elettromeccanico, la differenza sta nelle funzioni che quello elettronico offre, tra le quali quelle di programmazione di tipo giornaliere-settimanale.
Pertanto sta a te valutarne la funzionalità-necessità di queste funzioni.
Il fantini cosmi che hai linkato,qui il suo manuale, è un buon prodotto, il consiglio che mi sento di darti è di valutare presso il tuo elettroforniture, quello che ha disponibile in virtù delle funzioni che offre e che "realmente" andresti ad utilizzare, valutando anche il tipo di alimentazione di questi dispositivi in gener edel tipo a batteria, ed alcuni anche con tensione di rete, ovviamente per quest'ultimi se non si ha disponibile la tensione di rete sul punto di installazione, la cosa non è fattibile.
Ciao.
Avatar utente
Foto Utentemir
59,8k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20141
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

1
voti

[3] Re: Mi consigliate cronotermostato nuovo per favore?

Messaggioda Foto Utentelansky » 23 ott 2015, 15:50

Grazie mille per la risposta.
Credo che a me serva a batteria perché da come ho visto (in parte) dovrebbero arrivare solo due fili bianchi al termostato che c'è ora.
Adesso è montato nel corridoio e lo vorrei rimettere li.
Potrei in questo caso prenderne uno a batterie e usare solo i due fili che arrivano?
Altra cosa, dovessi decidere per uno wireless, posso montare la parte fissa al posto del termostato che c'è ora o devo necessarimanete portare la 220 V?
Avatar utente
Foto Utentelansky
5 2
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 22 giu 2015, 9:25

0
voti

[4] Re: Mi consigliate cronotermostato nuovo per favore?

Messaggioda Foto Utentemir » 23 ott 2015, 16:11

lansky ha scritto:da come ho visto (in parte) dovrebbero arrivare solo due fili bianchi al termostato che c'è ora.

Esatto, se hai solo due conduttori, quelli sono da utilizzare per il contatto di controllo per la caldaia.
lansky ha scritto:Potrei in questo caso prenderne uno a batterie e usare solo i due fili che arrivano?

:ok:
lansky ha scritto:dovessi decidere per uno wireless, posso montare la parte fissa al posto del termostato che c'è ora o devo necessarimanete portare la 220 V?

No non è necessaria la tensione di rete.
Avatar utente
Foto Utentemir
59,8k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20141
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[5] Re: Mi consigliate cronotermostato nuovo per favore?

Messaggioda Foto Utenteligabue » 23 ott 2015, 17:42

Mi inserisco in questa discussione poiché sono in fase di ristrutturazione: dovrei inserire due termostati per il pavimento radiante (zona giorno e zona notte), ma vorrei capire un po' le differenze tra le varie opzioni e quale potrebbe essere la scelta migliore. Termostati o, cronotermostati? a batterie o con alimentazione? wireless (come funzionano in particolare questi ultimi?)
Posizionamento? Avevo ipotizzato uno in camera da letto matrimoniale e l'altro in sala da pranzo. :U:

saluti
Avatar utente
Foto Utenteligabue
515 2 8
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 457
Iscritto il: 27 nov 2006, 1:43
Località: PUGLIA

1
voti

[6] Re: Mi consigliate cronotermostato nuovo per favore?

Messaggioda Foto Utentemir » 23 ott 2015, 18:17

ligabue ha scritto:Termostati o, cronotermostati?

Grazie per l'osservazione ligabue. :ok:
In effetti rispondendo a Foto Utentelansky ho utilizzato (erroneamente) il termine termostato, in realtà il termostato è quello che Foto Utentelansky ha installato, ovvero quello di tipo meccanico, in quanto controlla la caldaia solo in funzione della temperatura di set; mentre il cronotermostato aggiunge anche il controllo o gestione nel periodo di tempo che si programma.
Il cronotermostato wireless, altro non è che un cronotermostato senza fili, costituito da una unità ricevente (quella che si installa nel posto dove era installato il termostato, o vicino la caldaia) e la trasmittente ovvero il dispositivo che verrà programmato e dovrà monitorare la temperatura ambiente , e trasmettere le info alla ricevente. E' un dispositivo comodo se si ha la necessità di spostare il rilevamento della temperatura senza dover/poter utilizzare dei cavi elettrici.
Alimentazione di rete o batterie per i cronotermostati ? Beh, questo dipende senz'altro dal tipo di impianto realizzato e dalla disponibilità o meno della tensione di rete nel punto di installazione del cronotermostato, fermo restando che gli attuali dispositivi hanno un consumo irrisorio, pertanto con due buone batterie stilo alcaline (in genere) si affronta un intera stagione, per poi sostituirle con calma, vien da se che un'alimentazione di rete bypasserebbe l'aspetto manutentivo. ;-)
ligabue ha scritto:Posizionamento?

Qui rimanderei agli esperti del settore, potrei dire ch eun posizionamento quanto più possibile centrale,rispetto agli ambienti da monitorare possa essere una buona soluzione, ma direi che quello del posizionamento debba essere valutato caso per caso.
Avatar utente
Foto Utentemir
59,8k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20141
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[7] Re: Mi consigliate cronotermostato nuovo per favore?

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 23 ott 2015, 19:38

Il termostato (o cronotermostato) solitamente viene posizionato dagli installatori in una zona centrale dell'abitazione (in un appartamento, tipicamente il corridoio che dà accesso alla zona giorno e alla zona notte) ma personalmente non sono d'accordo con questo posizionamento. Ci sono regole generali da osservare (quali l'altezza da terra, la distanza dalla fonte di calore, l'accessibilità per l'utente, ecc.), ma a prescindere da tutto questo il termostato (o cronotermostato) dovrebbe essere posizionato nel locale dove interessa di più rilevare la temperatura, e che coincide con il locale in cui si soggiorna più spesso, in altre parole il soggiorno. Se l'impianto è stato opportunamente dimensionato, la temperatura nei rimanenti locali viene adeguata automaticamente (di solito, si prevede più caldo nel bagno e meno caldo nelle camere da letto).
Se l'impianto non è stato ben dimensionato, oppure si hanno esigenze particolari (ad esempio, qualcuno potrebbe voler molto caldo in camera da letto), allora potrebbe essere utile differenziare le temperature nei vari locali. In un impianto con termosifoni, il metodo più semplice è parzializzare il flusso d'acqua che arriva al singolo termosifone tramite una valvola termostatica (se l'impianto è recente, si sostituisce in 30 secondi con la manopola che apre/chiude il termosifone). In pratica, una volta fissata la temperatura del soggiorno, che si presume sia abbastanza alta per assicurare un certo confort, basterà impostare ciascuna valvola sulla temperatura massima che si vuole ottenere nello specifico locale, al raggiungimento della quale la valvola si chiuderà, per riaprirsi progressivamente al diminuire della temperatura impostata. Tutto questo, naturalmente, con il consenso del termostato/cronotermostato.
Ovviamente, la valvola termostatica non deve essere installata nel locale dove è presente il termostato/cronotermostato.
Per quanto riguarda gli impianti a pavimento, per differenziare la temperatura ci sono problemi di altro genere, a causa della grande inerzia termica tipica di questo sistema. Se ne è parlato recentemente a questo link:
viewtopic.php?f=11&t=60719
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
2.753 2 3 6
Master
Master
 
Messaggi: 1180
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[8] Re: Mi consigliate cronotermostato nuovo per favore?

Messaggioda Foto UtenteElectro » 23 ott 2015, 20:06

Negli impainti a grande inerzia termica installati in abitazioni in cui si vive tutti i giorni è consigliato il funzionamento a temperatuta scorrevole.
In pratica moduli la temperatura di mandata della caldaia a seconda della temperatura esterna seconda una precisa curva di progetto.
"La progettazione, il primo presidio della sicurezza" [Michele Guetta]
Avatar utente
Foto UtenteElectro
2.122 2 2 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1326
Iscritto il: 12 nov 2008, 11:14
Località: Bari

0
voti

[9] Re: Mi consigliate cronotermostato nuovo per favore?

Messaggioda Foto Utentelansky » 26 ott 2015, 9:34

Quindi cosa mi consigliate nella pratica?
Altrimenti devo vedere se il modello di caldaia che ho è compatibile con una sonda di temperatura esterna.
Altrimenti seguendo il discorso di Electro devo considerare veramente il Netatmo NTH01-DE-EC che modula la temperatura in base al tempo esterno e alle abitudini personali.
Avatar utente
Foto Utentelansky
5 2
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 22 giu 2015, 9:25

0
voti

[10] Re: Mi consigliate cronotermostato nuovo per favore?

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 26 ott 2015, 20:03

Suppongo che il tuo impianto sia di tipo tradizionale (termosifoni o termoconvettori ad acqua calda) e non un impianto a pavimento, come nel caso di Foto Utenteligabue.
Premesso questo,
Altrimenti devo vedere se il modello di caldaia che ho è compatibile con una sonda di temperatura esterna.

La sonda di temperatura esterna viene collegata al termostato (o cronotermostato), non c'entra la caldaia.
Altrimenti seguendo il discorso di Electro devo considerare veramente il Netatmo NTH01-DE-EC.
Il discorso di Foto UtenteElectro era riferito ad un impianto a pavimento. Anche in un impianto tradizionale si può utilizzare una sonda esterna per ottimizzare il riscaldamento, ma non ha quella rilevanza che ha invece in un impianto a pavimento.
Quanto al "Netatmo NTH01-DE-EC", è un termostato per smartphone, con tanto di app dedicata per Android e iOS, e costa circa 180 euro. Ma davvero ti serve una roba del genere?
Secondo me, con il Fantini Cosmi che hai citato (un buon cronotermostato settimanale) risolvi tutti i tuoi problemi.
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
2.753 2 3 6
Master
Master
 
Messaggi: 1180
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

Prossimo

Torna a Termotecnica, illuminotecnica, acustica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti