Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Problema di cavi o magnetotermico?

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

0
voti

[1] Problema di cavi o magnetotermico?

Messaggioda Foto Utentemaximus80 » 24 giu 2019, 20:26

salve a tutti e ben trovati, mi sono appena iscritto!
Ho basi rudimentali di elettrotecnica, avendo lavorato in passato qualche mese con un elettricista...ma pongo subito una domanda per una situazione che mi lascia un po' perplesso!
Ho un'attività, in cui 5 anni fa ho installato un climatizzatore daikin industriale, primi 3 anni senza problemi, mentre dalla scorsa estate, nei periodi più caldi, mi salta il magnetotermico\differenziale (trifase)...non sempre, salta solo nei momenti particolarmente caldi e presumo quando lo sforzo del motore quindi sia massimo, salta, lo riattacco e magari poi salta dopo un'oretta...ma il punto cruciale della storia è questo:

ho contattato 2 elettricisti, il primo mi dice che il problema è il cavo (da magnetot\diff. a motore esterno) sottodimensionato e che dovrei cambiare...la distanza è di circa 35-40 metri (misura a spanne), passa su delle passerelle sopra un controsoffitto e poi sale in tubo fino al tetto dove è installato il macchinario. costo del lavoro circa 2.500 euro, che sinceramente mi sembra un'esagerazione.
Ho contattato quindi un altro elettricista che invece mi dice che il cavo è ok e ne reggerebbe pure 2 di macchinari (detta un po' come battuta), mentre è il magnetot.\diff. ad essere sottodimensionato e va cambiato quello, costo di circa 350 euro, quest'ultimo si è degnato almeno di misurare l'assorbimento, mettendo TEMP. LOW, che in quel momento era di circa 30A, ma erano le 18 di sera e già comunque acceso da un pezzo, ed in effetti mi salta nelle ore più calde al giorno. Mi ha però buttato li anche l'ipotesi remota che possa essersi cotto il macchinario e quindi pur mettendo un magnetot. maggiore alla fine salta lo stesso perché assorbe oltre i 35A max indicati!
Ovviamente voglio capire, anche perché sinceramente se fosse il magnetot.\diff. sarei pure in grado di cambiarmelo da solo e ho visto che il prezzo viene meno di 200 euro!!!
vengo alle caratteristiche di tutto.

il motore ha sulla targhetta queste indicazioni, 35 ampere assorbimento massimo, con fusibile da MAX 40A (comunque sul quadro elettrico non vi sono moduli con fusibile per il macchinario, non so se viene installato sul motore, mi pare strano...ho fusibili sul quadro per altri macchinari, ma non quello del clima!), non c'e' alcuna indicazione invece del watt di consumo (nemmeno online trovo niente a riguardo sul modello che ho e che è fuori produzione), ma indica solo i cavalli...e viene indicato 2,5 MPa low, 4 MPa high.

il cavo come detto è lungo circa 35-40 metri ed è un FG7OM1 da 5x10 (un cavo industriale verde), che sia l'elettricista che mi dice va bene e anche io facendo una ricerca, vedo che può reggere sui 60 A, quindi ben oltre i 35A di assorbimento max del macchinario.

il magnetot.\diff. è un trifase C32 modello FN84C32 da 6000 della bticino accoppiato ad un differenziale da 0,03A

Come detto ho solo una piccola esperienza in merito...ma mi pare logico il discorso del secondo elettricista...se l'assorbimento massimo è 35A un magnetot. da 32A è sottodimensionato e quindi salta nel caso va in assorbimento massimo!!! Non vorrei dire una cavolata, ma diceva che dovrebbe essere installato un 40A o anche maggiore!

Spero di avervi fornito tutte le indicazioni necessarie per farmi risolvere il dilemma e come detto se basta semplicemente sostituire il magnetot. con uno più grande posso farlo tranquillamente da solo svitando poche viti e mettendo il nuovo :-)
Ovviamente sono aperto a consigli in merito, anche sulla dimensione del magnetot. da installare...non vorrei ovviamente rischiare di metterne magari uno che mi fonde il macchinario prima che salta :-) :-)
Grazie mille in anticipo e buona giornata
Avatar utente
Foto Utentemaximus80
0 3
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 24 giu 2019, 6:05

0
voti

[2] Re: Problema di cavi o magnetotermico?

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 24 giu 2019, 20:37

Il DM 37/2008 richiede il progetto di un tecnico iscritto all'albo professionale anche se in questo caso basta la competenza del secondo elettricista che passa per strada.
Ovviamente se la corrente di impiego è superiore alla corrente nominale l'interruttore automatico prima o poi deve intervenire.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.533 3 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 2140
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[3] Re: Problema di cavi o magnetotermico?

Messaggioda Foto UtenteIngMar » 24 giu 2019, 20:42

Ciao,se posso:
1) la taglia dell'interruttore sembra essere bassa;
2) a tempereature alte, la portata del cavo declassa.
Avatar utente
Foto UtenteIngMar
10 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 189
Iscritto il: 11 giu 2017, 11:05

0
voti

[4] Re: Problema di cavi o magnetotermico?

Messaggioda Foto Utentemaximus80 » 24 giu 2019, 20:57

Goofy ha scritto:Il DM 37/2008 richiede il progetto di un tecnico iscritto all'albo professionale anche se in questo caso basta la competenza del secondo elettricista che passa per strada.
Ovviamente se la corrente di impiego è superiore alla corrente nominale l'interruttore automatico prima o poi deve intervenire.


grazie per la risposta...da progetto viene indicato correttamente il C32 ecc...come attualmente installato.
C'è però il problema che questo progetto fu fatto PRIMA di acquistare il macchinario clima e all'epoca insomma di pensava che potesse andar bene, cioè nel senso che da progetto si pensava che era adeguato per la maggior parte dei macchinari in commercio...quindi il magnetot.diff non è stato deciso dopo in base a ciò che ho effettivamente installato, ma a priori.
quindi per cambiarlo non posso farlo in ogni caso da solo ma devo affidarmi comunque ad un elettricista, certificare il cambio sul progetto,ecc??? :?
grazie
Avatar utente
Foto Utentemaximus80
0 3
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 24 giu 2019, 6:05

0
voti

[5] Re: Problema di cavi o magnetotermico?

Messaggioda Foto Utentemaximus80 » 24 giu 2019, 20:59

IngMar ha scritto:Ciao,se posso:
1) la taglia dell'interruttore sembra essere bassa;
2) a tempereature alte, la portata del cavo declassa.


grazie anche a te per la risposta...quindi può essere sia un problema di magnetot. che di sezione cavi?
posso dire che quando salta e tocco il magnetot. scotta parecchio!
Avatar utente
Foto Utentemaximus80
0 3
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 24 giu 2019, 6:05

0
voti

[6] Re: Problema di cavi o magnetotermico?

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 24 giu 2019, 21:16

maximus80 ha scritto:quindi per cambiarlo non posso farlo in ogni caso da solo ma devo affidarmi comunque ad un elettricista, certificare il cambio sul progetto,ecc??? :?
grazie


Purtroppo (come hai visto il fatto che ci sia il progetto non implica che l'impianto vada bene) se vuoi rispettare la legge, sì.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.533 3 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 2140
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

1
voti

[7] Re: Problema di cavi o magnetotermico?

Messaggioda Foto Utenteattilio » 24 giu 2019, 21:34

Prima cosa: verificare che la conduttura (cavo + sistema di posa) sia idonea a supportare la corrente richiesta dal carico (Ib < Iz) e determinarne il valore nominale specifico (Iz = portata termica del cavo)
Seconda cosa: dimensionare il magnetotermico in modo che abbia una corrente nominale uguale o superiore alla corrente di impiego (Ib) ed uguale o inferiore a quella relativa alla portata del cavo Ib<=In<=Iz

Se la portata del cavo fosse ad esempio pari a 54A, il magnetotermico da 32A sarebbe un inutile collo di bottiglia, esistendo ben due taglie commerciali superiori ad esso per poter valutare quale scegliere di installare.

...ma questo non dipende dalla macchina che hai installato adesso. Cavo e sua protezione esistevano già da prima.

Ovvio che non conoscendo l'impianto si può solo rimandare a concetti base di massima.
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
58,4k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8582
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[8] Re: Problema di cavi o magnetotermico?

Messaggioda Foto Utentemaximus80 » 24 giu 2019, 22:54

grazie a tutti, cerco di approfondire meglio..ad ogni modo, per quel che vedo, i cavi partono tutti insieme in un vano di fianco al quadro elettrico (matassone di cavi), salgono in unica conduttura di alluminio fino a sopra il controsoffitto e poi da li partono varie diramazioni con delle passerelle (non so tecnicamente il nome, ma quelle a maglia larga, tipo carrello della spesa :-) ), una di queste arriva in un angolo, da cui poi sale un tubo (quello degli scarichi dell'acqua, circa 10cm diametro) che va fino al tetto e da cui esce il cavo del macchinario...i cavi son diversi, per ora solo buttato un occhio, vedo di capire meglio come si sviluppa l'impianto!
Avatar utente
Foto Utentemaximus80
0 3
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 24 giu 2019, 6:05

0
voti

[9] Re: Problema di cavi o magnetotermico?

Messaggioda Foto Utentemaximus80 » 25 giu 2019, 13:18

scusate, ho dimenticato di chiedere una cosa e di cui mi sono accorto solo dopo il sopralluogo dei due elettricisti...al magnetot. arrivano 4 fili da 10 mm, sotto pero' partono 4 fili da 6mm (e non da 10), che vanno in una morsettiera che dista circa 60cm e da cui poi partono i vari cavi x i macchinari vari. il fatto che quei 60cm siano con cavo fa 6 invece che 10 puo' dare problemi? a parte che non so perche' siano da 6 invece che 10 come arrivo e cavo di ripartenza!
Avatar utente
Foto Utentemaximus80
0 3
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 24 giu 2019, 6:05

0
voti

[10] Re: Problema di cavi o magnetotermico?

Messaggioda Foto Utentegabrisav » 25 giu 2019, 13:22

Conduttori da 6 mm2 a valle del magnetotermico?
Ecco spiegato perché il magnetotermico è da 32A ;-)
Avatar utente
Foto Utentegabrisav
1.216 2 4 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 1241
Iscritto il: 13 set 2015, 18:26
Località: Borgosatollo (Bs)

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 36 ospiti