Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

alimentazione di back up in strutture sanitarie

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

0
voti

[1] alimentazione di back up in strutture sanitarie

Messaggioda Foto Utentestudiocampo » 20 mar 2015, 18:15

Mi trovo con una struttura sanitaria che ha un UPS dimensionato per circa 6 per i locali di gruppi 1 e 2.
Pensavo che bastasse.

Un decreto assessoriale per l'accreditamento della struttura sanitaria, prescrive:

Sia il locale laboratorio che il locale chirurgico devono essere serviti da gruppo elettrogeno e da gruppo di continuità.

ora, sara' stupido, ma non capisco lail significato della "e", cioe'
gruppo elettrogeno e da gruppo di continuità.

nel senso che alimentare il gruppo di continuita' con il gruppo elettrogeno non ha senso poiché ho autonomia del doppio (6 ore), se alimento in parallelo, ad esempio faccio intervenire il GE dopo che UPS finisce la sua autonomia e' impossibile per il tempo di regime del GE sicuramente > di 0,5 s.

voi cosa pensate?
grazie
Ultima modifica di Foto UtenteOspite il 20 mar 2015, 19:00, modificato 2 volte in totale.
Motivazione: cosi' il titolo dice qualcosa di piu' capibile
Avatar utente
Foto Utentestudiocampo
20 1 2 5
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 358
Iscritto il: 4 dic 2006, 15:22

0
voti

[2] Re: Attivita' sanitarie procreazione assistita

Messaggioda Foto Utentestudiocampo » 20 mar 2015, 18:54

grazie.
la struttura era gia' esistente con UPS dimensionato al doppio.

io pensavo ceh siccome ho il doppio di autonomia il GE poteva non essere messo ad alimentare il UPS
Avatar utente
Foto Utentestudiocampo
20 1 2 5
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 358
Iscritto il: 4 dic 2006, 15:22

0
voti

[3] Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

Messaggioda Foto Utentestudiocampo » 20 mar 2015, 19:01

la 64-8/7 prescrive che le strutture sanitarie gruppo 2 devono avere autonomia di 3 ore minimo, l'UPS e' 6 ore
Avatar utente
Foto Utentestudiocampo
20 1 2 5
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 358
Iscritto il: 4 dic 2006, 15:22

0
voti

[4] Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

Messaggioda Foto Utentestudiocampo » 20 mar 2015, 19:09

si certo, hai ragione.
ma per la procreazione assistita non prevede interventi superiori a 30 minuti, sono quasi ambulatoriali, mai in anestesia completa, mi spiegavano i medici.
cioe' non siamo in cardiologia o cose del genere
Avatar utente
Foto Utentestudiocampo
20 1 2 5
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 358
Iscritto il: 4 dic 2006, 15:22

0
voti

[5] Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

Messaggioda Foto UtenteMike » 20 mar 2015, 19:46

studiocampo ha scritto:voi cosa pensate?


Che devi assicurare l'autonomia richiesta e puoi farlo con in continuità assoluta con l'UPS, oppure con l'UPS dimensionato per autonomia di 5/10 minuti perché nel giro di 15 secondi entra in funzione il gruppo elettrogeno che fornisce l'autonomia richiesta.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,7k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14232
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[6] Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

Messaggioda Foto Utentestudiocampo » 20 mar 2015, 19:55

Grazie a tutti.
Ma appunto perché devo assicurare l'autonomia richiesta che a mio avviso per la 64-8/7 è si 3 ore il gruppo elettrogeno non mi servirebbe.
ma i funzionari della regione lo pretendono senza motivare.
dicono il decreto lo prevede è deve essere presente.
Avatar utente
Foto Utentestudiocampo
20 1 2 5
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 358
Iscritto il: 4 dic 2006, 15:22

0
voti

[7] Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

Messaggioda Foto UtenteMike » 21 mar 2015, 10:53

studiocampo ha scritto:...
ma i funzionari della regione lo pretendono senza motivare.
dicono il decreto lo prevede è deve essere presente.


Ovvio, mica sono soldi loro, il burocrate applica la burocrazia, le pecore stanno bene tosate.
Riporta l'UPS a 5 minuti di autonomia e installa il nuovo GE, sperando che non superi i 25 kW altrimenti devi fare anche la SCIA antincendio.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,7k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14232
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[8] Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

Messaggioda Foto UtenteMike » 21 mar 2015, 11:13

studiocampo ha scritto:Mi trovo con una struttura sanitaria che ha un UPS dimensionato per circa 6 per i locali di gruppi 1 e 2.
Pensavo che bastasse.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,7k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14232
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

1
voti

[9] Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

Messaggioda Foto UtenteMike » 21 mar 2015, 12:09

Al solito capisci fischi per fiaschi... Non ho detto che la soluzione sia valida dal punto di vista tecnico, contesto l'approccio su una situazione esistente.
Non siamo in fase progettuale, c'è un UPS che garantisce le 6 ore di autonomia, c'è una struttura sanitaria che non fa interventi a cuore aperto, c'è un "ispettore" che invece di dare una risposta tecnica a un problema riporta testualmente una prescrizione normativa dove una "e" fa la differenza.
L'ispettore tecnico competente motiverà questa prescrizione e valuterà nel suo insieme la situazione, l'ispettore burocrate cita la norma e pretende che sia applicata anche se inutile.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,7k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14232
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

1
voti

[10] Re: alimentazione di back up in strutture sanitarie

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 21 mar 2015, 12:30

Mike ha scritto:
Ovvio, mica sono soldi loro, il burocrate applica la burocrazia

Magari per accontentarlo ed ottenere l'accredito basta installare questo http://waa.ai/v4HS ...
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.482 3 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2126
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Majestic-12 [Bot] e 15 ospiti