Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

38
voti

Il mio ElectroYou

Il ruolo del progettista di impianti elettrici è quello di progettare un impianto elettrico secondo la regola dell’arte in maniera tale che un installatore lo possa a sua volta realizzare secondo la medesima regola e quindi il committente possa vivere o lavorare in un luogo sicuro, in ottemperanza delle normative e leggi attualmente vigenti nel campo impiantistico elettrico CEI e UNI.
La parte maggiormente impegnativa per un progettista che vuole essere sempre in linea ed aggiornato, è quella di essere necessariamente sempre informato sulle ultime novita’ legislative/normative senza dimenticare quelle attualmente in vigore. Analizzata la novita’, occorre procedere all’acquisto della stessa, (e qui non sto a sottolineare il discorso sul dover acquistare leggi e norme e su quanto queste siano piu’ o meno care), ed in ultimo leggere la norma, capire cosa intende comunicare e saperla poi applicare nella progettazione; questo è forse il passaggio più difficile, soprattutto perché non sempre puoi contare su confronti diretti in merito all’argomento ed il piu’ delle volte puoi contare solo su te stesso.

Leggi e rileggi la norma, cerchi di dare la giusta interpretazione, torni indietro a rileggerla tenendo conto anche della punteggiatura, poiché anche una virgola una "e" od una "o" stanno a significare qualcosa, esempio pratico l’articolo 5 del D.M.37/08. Una volta interpretata, o meglio cercato di interpretare, arriva il momento della riflessione e delle domande …..sarà giusto ciò che ho pensato? Avrò preso in esame tutti i parametri? Davanti a questi dubbi parecchie volte si va rileggere la vecchia norma confrontandone i contenuti cosi da sfatare ogni dubbio.

A volte però i dubbi rimangono ed allora che fare? A chi chiedo delucidazioni? Magari telefono ad un collega, ma quasi sempre la risposta è: “E’ uscita una nuova norma? Quando?” Momento di profondo sconforto.

Per fortuna esiste la possibilita’ di porre quesiti al CEI ma il piu’ delle volte la risposta è molto lunga e noi abbiamo bisogno di risposte certe chiare ed immediate non possiamo permetterci di aspettare.

Mandiamo una mail a Tuttonormel (per fortuna che c’è), ma anche lì la risposta si fa attendere e poi a volte la risposta avrebbe bisogno di una contro domanda...ed allora?

Ecco qui Electroyou, devo dire che finalmente dopo molte ricerche infruttuose , ho finalmente trovato un team di persone capaci e preparare ad un confronto costruttivo e di crescita personale e professionale, con le quali relazionarmi nel settore elettrico.

E capita a volte anche nei corsi di formazione nei quali sono docente di usare questo strumento come termine di confronto verso i discenti…..eccone un esempio (corso maestri artigiani)

Una lezione usando ElectroYou

Una lezione usando ElectroYou

12

Commenti e note

Inserisci un commento

di ,

Complimenti a tutti

Rispondi

di ,

Si, vero, ci sono persone molto preparate in tutti i campi dentro ElectroYou

Rispondi

di ,

Ho trovato tantissima professionalità e competenza

Rispondi

di ,

vedo che non solo io apprezzo questo forum complimenti

Rispondi

di ,

proprio così grazie a tutti

Rispondi

di ,

grazie Rosino....quando si svolgono dei corsi di formazione è sempre bene avere a disposizione dei documenti ufficiali che attestano ciò che dici, come fare? per le leggi non c'è problema ma per le norme? sul portatile posso caricare tutte le norme che voglio ma posso proiettarle durante un corso? come posso dimostrare che le mie tesi sono condivise anche dal normatore se non posso far vedere questo? utilizzando Electroyou dimostro, proietto in aula le tesi, le opinioni autorevoli anche di altri dimostrando che ciò che dico è pensato non solo da me

Rispondi

di ,

Complimenti a Franco e ancor di più ad Electroyou

Rispondi

di ,

Grazie Mike per il pensiero ho dato per scontato ciò che dici e tante volte così scontato per tanti operatori del settore non lo è…

Rispondi

di ,

Grazie iosolo35, il punto di forza di EY è la credibilità, persone come me, come te e tanti altri, che hanno passione per la propria professione e cercano di dare il loro modesto contributo, insegnando e imparando a loro volta. Ti faccio solo un piccolo appunto, nella progettazione la norma passa sempre in secondo piano, prima si studia la filosofia impiantistica e le soluzioni migliori da applicare e solo dopo si verifica il rispetto normativo, quello specifico, perché i principi dovrebbero essere già assimilati nella testa del professionista (protezione contatti diretti, indiretti, cortocircuito, ecc.) e quelli non sono soggetti a modifiche normative ;-).

Rispondi

di ,

Ora non più ma, anche io ho lavorato come progettista di impianti elettrici e sì, le risposte del CEI hanno tempi biblici. Grazie TNE e EY!

Rispondi

di ,

Grazie di cuore per il pensiero

Rispondi

di ,

Complimenti Franco!! Condivido a pieno il tuo articolo!!in electroyou ho trovato tantissima disponibilità per quanto riguarda interpretazioni delle normative,che difficilmente si ottengono, anche a pagamento...tantissimi auguri per la tua attività di formazione che è uno dei compiti più belli quanto difficili da fare!!

Rispondi

Inserisci un commento

Per inserire commenti è necessario iscriversi ad ElectroYou. Se sei già iscritto, effettua il login.