Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

18
voti

Abbonamenti alle norme CEI

Dopo un po' di tempo, ho l'occasione di tornare sull'argomento che è stato maggiormente dibattuto all'inizio della mia partecipazione a ElectroYou: i prezzi delle norme CEI. In questi anni sono state fatte molte ipotesi per cercare il miglior compromesso tra prezzo e mantenimento di tutto il sistema normativo; in alcuni casi ci sono stati dei tentativi concreti, che però hanno dato risultati con luci e ombre. Sorvolo sui tentativi andati male, mi soffermo solo un momento sul presente per dire che sono disponibili modalità di abbonamento sempre più personalizzate, ma mi vorrei fermare un po' di più invece su un progetto che è in corso e che potrebbe dare i risultati sperati nei prossimi mesi.

Abbiamo fatto una proposta di Convezione, con un taglio dei prezzi drastico, sia al CNI (Consiglio Nazionale degli Ingegneri) sia al CNPI (Consiglio Nazionale dei Periti Industriali) per una modalità di abbonamento a prezzo ridotto, in cui il prezzo è variabile in funzione del numero di abbonati. In pratica abbiamo dichiarato che, a partire da un numero di abbonati pari ad alcune centinaia, siamo disponibili ad abbassare il prezzo degli abbonamenti al crescere del numero di abbonati, in modo da mantenere costanti i ricavi.

La nostra speranza è quella di innescare un circolo virtuoso, in cui si parte da un abbonamento conveniente, che viene sottoscritto da più persone, il che fa abbassare ancora il prezzo, e così via. Il CNI ha approvato l'iniziativa e ha distribuito l'informativa ai suoi iscritti. Anche il CNPI ha approvato l'iniziativa e dovrebbe inviare un'informativa a breve. A dire il vero abbiamo fatto anche la stessa proposta a CNA e ad altre associazioni, che però hanno dato solo un vago parere positivo per ora.


Parliamo di prezzi.


La nostra proposta prevede che, al raggiungimento di un numero minimo di adesioni si possa partire con un prezzo pari a 400 € (+ IVA) all'anno per la raccolta completa delle norme, mentre le raccolte parziali costerebbero proporzionalmente di meno. Per dare un'idea della riduzione, come si può vedere sul sito CEI, l'abbonamento per singolo utente alla raccolta completa costa circa 4.000 €. Ma non è tutto. Al crescere del numero degli abbonati, il prezzo di ogni abbonamento si abbasserebbe progressivamente fino ad arrivare anche a 100 €, 50 € e infine 40 € all'anno nel caso di adesione massiccia.

Il nostro impegno è chiaro: stiamo cercando di distribuire le norme originali al maggior numero possibile di esperti, grazie ad un prezzo progressivamente più basso. Se il meccanismo parte, non ho dubbi che si autoalimenti. Tuttavia ho dei dubbi che la comunicazione del CNI sia arrivata a tutti gli interessati. Rimango quindi a disposizione per dare maggiori dettagli agli ingegneri iscritti all'Albo che non hanno ancora ricevuto l'informativa del CNI.
Nel frattempo, spero che l'iniziativa si allarghi anche alle altre associazioni di categoria a cui l'abbiamo proposta.

30

Commenti e note

Inserisci un commento

di ,

Ho risposto sul thread ciao

Rispondi

di ,

Vorrei sapere se sarà possibile rinnovare l'abbonamento anche nel 2016 e se ci sono state modifiche alle condizioni d'uso. Grazie

Rispondi

di ,

I prezzi bassi sono dovuti alle convenzioni che sono state stipulate con Ingegneri e con Periti. Abbiamo fatto la stessa proposta a molte altre categorie (CNA, Confartigianato, Architetti, ecc.) ma non ci hanno risposto. Non ci è possibile estendere un prezzo così basso al di fuori delle categorie di professionisti.

Rispondi

di ,

A tutti ? Solo agli iscritti all'ordine ... Per gli altri lo stesso accesso costa ben 6.240€ e soltanto dal secondo anno 3.900€/anno ! Una sproporzione esagerata e del tutto ingiustificata. Perché non 45€ veramente per tutti, qualsiasi, sesso, razza o religione ?

Rispondi

di ,

Ecco la risposta, concreta, del CNI! http://webstore.ceiweb.it/cniregistrazione.aspx Buone norme a tutti!

Rispondi

di ,

:-)

Rispondi

di ,

wow bella notizia! Grazie dell'anticipazione!

Rispondi

di ,

Per mamandu: possiamo vedere se c'è una soluzione; se vuoi mi puoi scrivere a greco@ceiweb.it

Rispondi

di ,

grazie peccato che non posso accedere a questo

Rispondi

di ,

per mamandu No, le agevolazioni sono previste solo in base ad una Convenzione concordata e firmata tra le parti. Proprio ieri è stata firmata la Convenzione tra CEI e CNPI (per i Periti) e a breve sarà firmata quella con CNI (per gli ingegneri) dopo di che se ne darà notizia ufficialmente. Convenzioni simili sono state proposte ad altre associazioni di categoria come CNA e Confartigianato, ma le altre associazioni non hanno dato seguito.

Rispondi

di ,

salve vi chiedevo io non sono iscritto all'albo posso lo stesso avere queste agevolazioni?

Rispondi

di ,

Informo che anche il CNPI e i Collegi dei Periti Industriali hanno cominciato a raccogliere le adesioni per l'iniziativa che ha le stesse caratteristiche di quella per il CNI. La pagina è http://www.cnpi.org/index.php/questionario/

Rispondi

di ,

Grazie. Lo stesso accordo, negli stessi termini, è stato proposto anche ai Periti Industriali, a CNA e a Confartigianato. Inoltre abbiamo chiesto alla Rete delle Professioni Tecniche di inviare questa proposta alle proprie associazioni.

Rispondi

di ,

Idea stupenda, che però avrei esteso anche agli installatori associati, non dico allo stesso prezzo ma con un prezzo più abbordabile visti i tempi rispetto all' s001 che il primo anno oltretutto è una salassata. Però so anche che non è cosa semplice e quindi guardando il bicchiere mezzo pieno si apre una speranza futura

Rispondi

di ,

Lodevole iniziativa

Rispondi

di ,

SerTom l'argomento è già stato trattato nel forum.

Rispondi

di ,

Le obiezioni di SerTom porterebbero la discussione oltre le intenzioni di questo breve articolo, quindi non credo che sia il caso di rispondere qui. Rimango disponibile ad affrontare una discussione su questi argomenti per e-mail (greco@ceiweb.it) oppure in un thread, sebbene questo sia già stato fatto in passato. Specifico soltanto che la proposta che è stata fatta a CNI va intesa come un primo passo, necessario in qualsiasi percorso, a cui cercherò, per quanto nelle mie possibilità, di far seguire tutti gli altri.

Rispondi

di ,

Mi dispiace ma non mi unisco affatto al coro ... ! La ritengo una bella trovata di markting, utile per ristrette cerchie di persone e che non risolve il problema di base. Le norme sono troppo care (e non parlo della versione cartacea, che presuppone l'oggetto fisico ed i relativi costi) ma soprattutto della versione PDF che praticamente ha costi pari zero ! Non parliamo dell'assurda protezione che crea solo fastidi ai legittimi acquirenti (se si ricorda ci siamo sentiti anche via MP ...). Se si vuole veramente diffondere la cultura normativa i documenti dovrebbero essere disponibili on line e gratuitamente (magari con qualche limitazione di tempo e senza possibilità di stampa); ed in versione completa a prezzi MOLTO più bassi degli attuali, per tutti !

Rispondi

di ,

Vi terrò aggiornati in caso di novità. Saluti

Rispondi

di ,

grazie RaffaeleGreco per l'articolo, e l'intero comitato per l'iniziativa.
per chi come me è all'inizio di quest'avventura, sapere che c'è la possibilità di ottenere le norme a prezzi contenuti, è una bella prospettiva.
penso di parlare a nome di tutti i nuovi tecnici, che trovano già difficile inserirsi nel mondo del lavoro.

Rispondi

di ,

Ottimo! Rimaniamo fiduciosi e speriamo nel CNPI!

Rispondi

di ,

Capito tutto, grazie Raffaele!

Rispondi

di ,

Grazie per tutti i commenti, e grazie a esisnc per il "bentornato" (in realtà anche se non ho scritto, una visitina quotidiana l'ho sempre fatta).
Provo a rispondere.
- rosino: la proposta è stata fatta dal CEI negli stessi termini a CNI, CNPI, AIAS e CNA. Aspettiamo di vedere i risultati (gli iscritti più numerosi sono quelli del CNI, quindi i loro risultati saranno un'indicazione importante) per poi proporla anche ad altre associazioni di categoria. Il CNI è stato anche il primo a distriuire l'informativa, ma spero che il CNPI faccia la stessa cosa a breve.

- Mike: grazie!

- nunziato: spero anche io che l'informazione sia stata diffusa, tuttavia alcuni ingegneri iscritti all'Albo mi hanno contattato perchè non l'avevano ricevuta.

- brugio: l'UNI ha già in essere una iniziativa del genere con gli Ingegneri, ed è in corso un'indagine per abbonamenti UNI anche con i Periti. Le due proposte (CEI e UNI) in realtà sono diverse, per i dettagli su quella UNI ci si può rivolgere all'Ordine/Collegio di appartenenza. Riguardo alla convenzione CEI-CNI non ho una stima del numero di adesioni, penso che mi comunicheranno i risultati solo alla fine dell'indagine.

- esisnc: confermo, questo è quello che so anche io sulla Convenzione UNI.

- iosolo35: la nostra intenzione è quella. Se si raggiunge il numero critico con CNI, sarà più facile estendere l'iniziativa a tutti i professionisti e gli artigiani, fino ad includere le PMI. Sono fiducioso.

Saluti
Raffaele

Rispondi

di ,

iniziativa che dovrebbe essere estesa non solo a noi progettisti ma anche agli installatori e a tutti gli interessati

Rispondi

di ,

Bentornato sul forum Raffaele. Ti posso confermare che la comunicazione è arrivata puntualmente perchè dal mio ordine provinciale ho ricevuto le stesse informazioni che tu descrivi nel presente articolo. Posso aggiungere che il CNI ha sottoscritto con l'UNI una iniziativa analoga a cui ho già aderito ed ho ricevuto le credenziali per il collegamento a UNISTORE : costo di una singola norma scaricata in PDF 15 euro e consultazione libera a video du tutto il corpo normativo UNI.

Rispondi

di ,

Ottima iniziativa che migliorerà sicuramente la qualità dei progetti. Spero si arrivi ad un abbonamento di questo tipo anche per le norme UNI. Può darci una stima delle persone che hanno già aderito?

Rispondi

di ,

Mi unisco agli altri: l'iniziativa è ottima. Anche io mi auguro che il meccanismo parta. I colleghi che ho contattato, anche se solo una decina, mi hanno confermato che l'informativa del CNI è arrivata, c'è da pensare che sia stata ampiamente diffusa. Speriamo.

Rispondi

di ,

Ottima iniziativa, speriamo si inneschi il circolo virtuoso!

Rispondi

di ,

Penso di parlare a nome di molti nel dire che da tempo aspettiamo un passo del genere. Proprio oggi ho contattato il collegio in merito ma circa questa convenzione non ha saputo dirmi molto se non che (forse) se ne sta occupando il CNPI. Dall'ultima riga del tuo articolo mi pare di capire che è stato proposto anche a loro. Ottimo lavoro, complimenti

Rispondi

Inserisci un commento

Per inserire commenti è necessario iscriversi ad ElectroYou. Se sei già iscritto, effettua il login.