Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Roma & rifiuti

Urbanistica, paesaggio, clima, inquinamento, biodiversità...

Moderatore: Foto Utenteadmin

5
voti

[1] Re: Roma & rifiuti

Messaggioda Foto Utentefpalone » 10 gen 2018, 10:32

I recenti fatti di cronaca dimostrano che non è solo un problema di Napoli o Roma, ma anche del Nord Italia. Tuttavia, questo è quello che ho incontrato qualche giorno fa lungo la strada per una sottostazione, in una riserva naturale nel comune di Roma:
P_20180102_075559.jpg

P_20180102_075552.jpg
.
E' semplice parlare di inciviltà, sicuramente presente, ma bisogna avere il coraggio di dire che il sistema di gestione di rifiuti lavora da anni sul filo del collasso, anche per le pesanti infiltrazioni criminali nello smaltimento, rese possibili dalle falle della filiera ufficiale.
Ora, almeno a Roma, il problema è duplice: non solo quello della destinazione finale della "monnezza" (discarica, riciclo od inceneritore) ma anche quello della raccolta e del trattamento, da molti anni gestiti in maniera pubblicistica e clientelare.
Per il secondo punto, difficile riuscire a fare qualcosa di utile mantenendo in piedi l'attuale commistione tra un carrozzone municipalizzato (AMA) e ditte private a cui viene assegnato (senza bando, o con bando mono-partecipante) il contratto di gestione della raccolta e del trattamento dei rifiuti.
Per il secondo punto, vista l'impossibilità di autorizzare nel Lazio impianti di incenerimento(*) termovalorizzazione o nuove discariche, le strade sono due: l'esportazione del rifiuto una volta lavorato (ad es. dopo il trattamento TMB soluzione già praticata) oppure l'utilizzo del rifiuto lavorato come CSS nelle centrali a vapore esistenti nel Lazio (es. Civitavecchia) o nei cementifici (es. Colleferro).
La prima soluzione dell'utilizzo del CSS nelle centrali, già praticata a Fusina, sfrutta la presenza di impianti di trattamento dei fumi già esistenti per la combustione di carbone e olio pesante.
Questa ultima ipotesi, un po' più percorribile dal punto di vista autorizzativo rispetto alla costruzione di nuovi inceneritori, sarebbe comunque fortemente osteggiata da praticamente tutte le forze politiche locali.
Chiaramente rifiuti già differenziati come carta, metallo e vetro, non si pone il problema dello smaltimento in quanto il loro valore residuo ne consente la vendita alle aziende del settore. Purtroppo la percentuale di questi è ancora minoritaria rispetto all'indifferenziato.
Il problema di questi giorni di Roma tuttavia non è relativo alla destinazione finale di rifiuti, ma alla fase di raccolta e trattamento, per la quale è piuttosto ipocrita parlare di emergenza, visto che la situazione si trascina da anni in questo modo.
Anche ammesso di esportare il rifiuto all'estero, con i costi conseguenti, è necessario realizzare gli impianti di trattamento in loco. Purtroppo tutte le forze politiche ed amministrative hanno spinto sul programma elettorale escludendo le ipotesi più fattibili, proponendo invece (chi più chi meno)
dei fantasiosi piani di azzeramento dei rifiuti,
Dubito quindi che si arriverà ad una soluzione nel breve periodo; del resto l'emergenza è molto più comoda, perché consente di non effettuare gare ma prescritti :evil:


(*) se parli di incenerimento sei automaticamente classificato come mostro disumano, una persona civile non usa queste parolacce; termovalorizzazione è considerato un termine al limite del politically correct in un contesto politico / dialogo verso il pubblico
Avatar utente
Foto Utentefpalone
12,2k 5 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2356
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

2
voti

[2] Re: Roma & rifiuti

Messaggioda Foto UtenteMSilvano » 10 gen 2018, 11:35

Non sono un tecnico, ma secondo me il danno maggiore fatto dai politici è quello di non vietare la produzione di tutto ciò che è difficile da smaltire o almeno limitarne l'uso.
Esempio: quando ero bambino acqua e vino si vendevano in bottiglie di vetro e dovevi anche rendere il vuoto.
Ora si vende in confezioni di vetro, carta e plastica.
Il latte era in confezioni di vetro o tetrapak? (quelle a piramide) Ora si vende in maggioranza in bottiglie di plastica.
Stesso discorso per il pane, le uova, la frutta...

A casa mia si fa la differenziata... la carta e la plastica sono ritirate una volta a settimana. Mi sono accorto che dopo 7 giorni ho prodotto un sacchetto da 110 l (il sacco condominiale) di plastica che non riesco nemmeno a chiudere tanto è pieno... pur cercando di limitarne l'uso.
Avatar utente
Foto UtenteMSilvano
1.703 1 3 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 593
Iscritto il: 3 gen 2011, 10:35

1
voti

[3] Re: Roma & rifiuti

Messaggioda Foto UtenteSven » 10 gen 2018, 12:37

(Solo una considerazione "tangenziale", in tutti i sensi: obbrobri come quelli nelle foto di prima purtroppo si vedono anche nel Norditalia (vedi lungo certe vie di accesso a Milano, ecc. ecc.)...)
Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare. - Albert Einstein
Avatar utente
Foto UtenteSven
1.027 2 5
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 500
Iscritto il: 6 mag 2016, 11:05
Località: Pavia

0
voti

[4] Re: Roma & rifiuti

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 10 gen 2018, 14:01

Sven ha scritto:(Solo una considerazione "tangenziale", in tutti i sensi: obbrobri come quelli nelle foto di prima purtroppo si vedono anche nel Norditalia (vedi lungo certe vie di accesso a Milano, ecc. ecc.)...)


confermo

fpalone ha scritto:E' semplice parlare di inciviltà, sicuramente presente, ma bisogna avere il coraggio di dire che il sistema di gestione di rifiuti lavora da anni sul filo del collasso, anche per le pesanti infiltrazioni criminali nello smaltimento, rese possibili dalle falle della filiera ufficiale.


non si tratta solo di inciviltà, forse questo è vero in alcune città, ci metto anche Roma, dove il "bene comune" è meno sentito...ma come ha scritto sven discariche abusive si vedono anche al nord, dove la differenzazione funziona benissimo.

Credo siano furbetti (piccole attività) che vogliono risparmiare sullo smaltimento, e anche a volte campi nomadi o altre realtà ben poco sensibili e informate sullo smaltimento. Credo sia un dato di fatto, lungi da me l'idea di farne un discorso "razzista".

Riguardo i termovalorizzatori, io ingenuamente speravo che non fosse solo un termine più "politicamente corretto" ma implicasse NECESSARIAMENTE lo sfruttamento del calore prodotto (es per teeleriscaldamento).
Ditemi che è così vi prego...

Comunque che si tratti di inceneritore o termovalorizzatore una cosa è ovvia e andrebbe affrontata: la riduzione drastica di imballaggi e di oggetti "usa e getta", mentre invece si sta andando in direzione contraria e si imbufaliscono tutti per pochi centesimi di sacchetti frutta e verdura... #-o
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,9k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7694
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

2
voti

[5] Re: Roma & rifiuti

Messaggioda Foto Utentefpalone » 10 gen 2018, 14:35

Certo che c'è il dolo, non una ma due volte.
La prima (e più grave) volta è quella per cui si lascia un sistema di gestione che non funziona con molte falle, nelle quali si può infiltrare la criminalità e può meglio attecchire l'inciviltà.
La seconda è quella della criminalità e dell'inciviltà che si insinuano nelle falle del sistema.
Per essere pratico: se hai una raccolta porta a porta che funziona, non senti il bisogno di buttare la plastica in giro per la città, perché è tanto più comodo lasciarla fuori dalla porta rispetto a portarla in macchina e buttarla in giro; l'inciviltà, magari latente, non viene fuori.
Se hai un'isola ecologica (aperta, non chiusa 5 giorni su 7 :evil: ) vicino casa non ti verrà la tentazione di farti 15 km di macchina per buttare i tuoi rifiuti ingombranti in una riserva naturale. Meglio ancora, se funziona il ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti. Ad esempio a Roma il servizio è stato sospeso perché non si è voluta far andare a buon fine una gara.
Seppur non giustificabile, è chiaro che l'inciviltà latente in molti rischi allora di venire fuori, buttando i frigoriferi dove capita.
Più in generale, se hai degli impianti di trattamento funzionanti e dimensionati correttamente, non avrai delle "emergenze" periodiche e non sei costretto a fare un prescritto per il trasporto ed il trattamento in un altro sito dei rifiuti; puoi con calma fare delle gare e rendere molto più difficile l'infiltrazione della criminalità.
Però è molto più semplice (per il politicante / esperto da talk show di turno) parlare di emergenza o di incività piuttosto che di (in)competenza o dolo o magari parlare del corretto dimensionamento degli impianti o di dove conferire/incenerire i rifiuti.
Avatar utente
Foto Utentefpalone
12,2k 5 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2356
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[6] Re: Roma & rifiuti

Messaggioda Foto Utentemir » 10 gen 2018, 19:39

fpalone ha scritto:Tuttavia, questo è quello che ho incontrato qualche giorno fa lungo la strada per una sottostazione, in una riserva naturale nel comune di Roma:...

Foto Utentefpalone, purtroppo il famoso detto "la madre degli imbecilli teste di .... è quantomai confermato dalle immagini che hai postato, e questo vale tanto al nord, quanto al centro quanto al sud.
Anche nella città in cui vivo, dove da diversi anni la differenziata è attiva e il sistema di raccolta funziona a dovere, il detto che ho citato è confermato in alcune piccole zone periferiche, tant'è che di recente l'amministrazione per limitare/sopprimere questi comportamenti ha utilizzato un sistema di controllo video/registrato per tanare l'imbecile testa di ... di turno per poi sanzionarlo a dovere .. e fortunatamente ci sono riusciti .. :D
Fatti salvo gli specifici aspetti tecnici, il problema dell'immondizia è solo questione di volontà/capacità politica e di buon senso delle persone.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
60,3k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20277
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[7] Re: Roma & rifiuti

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 18 gen 2018, 8:49

I romani sono avanti altro che i norvegesi, altro che batteri, i rifiuti li fanno digerire ai maialini :mrgreen:

Leggendo questo ho pensato a.questo 3d scusate l'ot ironico

IMG-20180118-WA0001_resized_20180118_074406110.jpg
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,9k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7694
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

1
voti

[8] Re: Roma & rifiuti

Messaggioda Foto Utentemarco76 » 18 gen 2018, 9:57

Riguardo ai rifiuti nella foto di Foto Utentefpalone vedo che ci sono dei calcinacci. A Roma ci sono in ogni dove adesivi di cosiddetti "svuotacantine" che a poco prezzo vengono da te e si prendono calcinacci, elettrodomestici e sanitari e li buttano poi per strada. Complice il fatto che il servizio rimozione rifiuti ingombranti non ha funzionato per anni certe scene si sono moltiplicate.
Chi volesse conferire personalmente i rifiuti ai centri di raccolta AMA viene all'ingresso bloccato ed ispezionato dai nomadi che intercettano tutti gli elettrodomestici ed oggetti metallici.
Avatar utente
Foto Utentemarco76
1.253 2 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 954
Iscritto il: 26 lug 2012, 12:34

1
voti

[9] Re: Roma & rifiuti

Messaggioda Foto Utentemarco76 » 18 gen 2018, 10:32

http://www.romafaschifo.com/2017/05/intervista-estella-marino-lemergenza.html

per chi volesse approfondire il tema emergenza un ottimo articolo di un ottimo blog
Avatar utente
Foto Utentemarco76
1.253 2 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 954
Iscritto il: 26 lug 2012, 12:34

0
voti

[10] Re: Roma & rifiuti

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 18 gen 2018, 11:00

interessante, sembra un parere competente anche se di parte...

Roma manda l'umido a Pordenone...e le manifestazioni contro gli impianti erano capeggiate dal movimento che ora governa la città...

Il problema di fondo comunque non sono solo gli aspetti tecnici (che pure su quelli pareri e soluzioni sono diverse) ma "educare" gli abitanti alla differenziazione e al rispetto del bene comune, come spiega il link è un processo lungo che a Milano è partito 30 anni fa.
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,9k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7694
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

Prossimo

Torna a Ambiente

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti