Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Scelta tipologia di alimentazione dei LED segnapasso

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

0
voti

[1] Scelta tipologia di alimentazione dei LED segnapasso

Messaggioda Foto Utentemassimoxl » 3 set 2018, 21:43

Buongiorno amici, sono 5 giorni che sto impazzendo per la scelta di un benedetto driver ma non riesco a capire o forse sono i negozianti che non sono preparati e mi confondono le idee..
Vi spiego meglio: ho n°4 LED segnapasso (per uso esterno) collegati in serie che ho sempre alimentato con un driver (figura 1) e ha sempre funzionato correttamente.
Il driver, dopo 2 anni, si è ossidato e mi sono messo in cerca di un altro driver compatibile con il sistema di LED, e mi hanno venduto quello in figura 2 (mi hanno detto che anche questo è un driver ma io ho i miei dubbi..).

Praticamente ho fatto una prova a collegare la 220 V e in uscita al secondario ho applicato uno dei 4 led (rispettando ovviamente i poli), ho visto un flash dal led e si è bruciato immediatamente (il led....).
Ho scollegato il led e ho misurato la tensione ai capi e ho letto 27V :shock:

Mi sembra di aver capito che i driver sono dispositivi che limitano la corrente e con tensione variabile automaticamente, quindi basterebbe inserire i led e il driver gli fornisce la giusta tensione.
Nel mo caso ho dei led con le seguenti caratteristiche:

Potenza 1W
Corrente 350mA
Tensione (non è indicata)

Sono molto confuso e non so cosa comprare, perché il 90% dei negozianti li vende come "alimentatori".. :evil:

Se non sbaglio, un driver LED, in assenza di carico, dovrebbe dare in uscita al secondario 0V.
O forse sbaglio?

Spero che almeno voi possiate delucidarmi le idee e che questo post possa essere di aiuto a chi ha gli stessi miei dubbi.
Allegati
3.jpg
2.jpg
1.jpg
Avatar utente
Foto Utentemassimoxl
44 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 79
Iscritto il: 20 feb 2018, 19:05

0
voti

[2] Re: Scelta tipologia di alimentazione dei LED segnapasso

Messaggioda Foto Utentemir » 3 set 2018, 21:58

massimoxl ha scritto: ho n°4 LED segnapasso (per uso esterno) collegati in serie che ho sempre alimentato con un driver (figura 1) e ha sempre funzionato correttamente.
mi hanno venduto quello in figura 2... ho applicato uno dei 4 led (rispettando ovviamente i poli), ho visto un flash dal led e si è bruciato immediatamente (il led....).

Dunque:
1 alimentatore originale : in uscita .. 48 V max - 350 mA
2 alimentatore nuovo : in uscita .. 27 V max - 700 mA
la tensione che fornisce l'alimentatore che ti hanno venduto è inferiore all'originale,mentre l'intensità di corrente che supporta è superiore all'originale, pertanto può andare; il punto è che con l'originale come hai scritto i 4 led erano collegati in serie, pertanto considerando i 48 V di uscita ogni diodo led dovrebbe avere una tensione di alimentazione di 12 V.
Ora se hai collegato un solo diodo led ai capi del nuovo alimentatore che fornisce in uscita una tensione di 27 V, vien da se che hai costretto il led a supportare il doppio della sua tensione di alimentazione, ed il led, come è giusto che sia non ha retto .. ;-)
Considerando che ora te ne sono rimasti tre, dovresti poterli collegarli in serie al nuovo alimentatore, e dovrebbero funzionare (magari con minore intensità luminosa).
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
59,9k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20171
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[3] Re: Scelta tipologia di alimentazione dei LED segnapasso

Messaggioda Foto Utentemassimoxl » 3 set 2018, 22:40

pertanto considerando i 48 V di uscita ogni diodo led dovrebbe avere una tensione di alimentazione di 12 V

Non so a quale tensione funziona ogni led...

Ho fatto un test: ho collegato uno dei LED ad un alimentatore regolabile da banco, ho imposto 3,0 V e ho letto un assorbimento di circa 35mA, quindi presumo che ogni led bisogna alimentarlo a 3V.

Ora il discorso è il seguente: se con quello originale (48V DC max) tutto funzionava perfettamente... significa che quel driver gli forniva una giusta tensione regolata in maniera automatica, ecco perché riporta scritto "..Vout 48V max"..... perché il driver puo fornire al massimo 48V, di conseguenza possono essere erogati anche 12V DC.

Il problema è capire come funziona un DRIVER.
Per cio che ho capito io..sembra che i driver LED devono fornire una corrente costante e tensione variabile.
Se io ho necessità di usare ad esempio solo n°2 LED in serie, dovrò avere la possibilità di poter usare il driver originale, quindi mi dovrebbe fornire 6V e 350mA.
Se ne uso 4, mi dovrebbe fornire 12V e 350mA.
Se ne uso 15, mi dovrebbe fornire 48V e 350mA.

Oltre i 15 LED non posso andare, perché il driver mi eroga 48V.
(questo solo per fare un po i conti...)

Considerando che ora te ne sono rimasti tre, dovresti poterli collegarli in serie al nuovo alimentatore, e dovrebbero funzionare (magari con minore intensità luminosa).

ogni diodo led dovrebbe avere una tensione di alimentazione di 12 V

No... :?
Come gia detto..credo che ogni LED funzioni con una tensione di 3V.

Voi non ci crederete ma da 5 giorni che vado in giro per i negozi e nessuno sa dirmi il "principio di funzionamento" dei DRIVER...
Qualcuno lo vede come un semplice alimentatore, qualcuno non sa che puo variare da 0 a [x] volt, qualcuno non sa che i driver hanno corrente costate e tensione variabile, altri mi dicono che la tensione non è variabile..

LA mia domanda di base è: un DRIVER come quello originale da foto, è dimmerabile?
Senza carico applicato... col tester devo leggere 0volt oppure la massima tensione che riporta la targhetta?
Ci sarebbe un attimo da capire come funziona...
Avatar utente
Foto Utentemassimoxl
44 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 79
Iscritto il: 20 feb 2018, 19:05

1
voti

[4] Re: Scelta tipologia di alimentazione dei LED segnapasso

Messaggioda Foto UtenteToldo » 3 set 2018, 23:46

Ciao,
Entrambi sono driver LED a corrente costante ma il nuovo acquistato non va bene perché eroga corrente costante a 700ma mentre serviva a 350mA e per questa ragione si é bruciato il segnapassi (venditore incompetente). La tensione massima indicata in uscita serve solamente a capire quanti segnapassi puoi alimentare contemporaneamente in serie. Quei driver non sono dimmerabili (sarebbe indicato).
Cerca un driver LED da 350mA, con una tensione out , almeno 20V. Se ha tensione maggiore non ha importanza.
Un driver corrente costante se a vuoto eroga 0V.
Avatar utente
Foto UtenteToldo
37 1 1
 
Messaggi: 44
Iscritto il: 2 lug 2017, 15:45

0
voti

[5] Re: Scelta tipologia di alimentazione dei LED segnapasso

Messaggioda Foto Utentemassimoxl » 4 set 2018, 0:06

Entrambi sono driver LED a corrente costante ma il nuovo acquistato non va bene perché eroga corrente costante a 700ma mentre serviva a 350mA e per questa ragione si é bruciato il segnapassi (venditore incompetente)

Un driver corrente costante se a vuoto eroga 0V.

Come gia premesso...sul nuovo driver acquistato (da 27V), senza applicare nessun carico sul secondario, io leggevo 27V :cry:

Ero certo che n corrente costante se a vuotel secondo acquistato..qualcosa non andava... :ok:
E tu me lo hai confermato togliendomi un grosso dubbio.
In effetti i driver si comportano al contrario di una batteria di automobile:

la batteria per automobili hanno corrente variabile e tensione costante
I driver hanno corrente costante e tensione variabile.

Sei gentile e avrei bisogno di ulteriori tue risposte per avere tutto chiaro:

1) I miei LED segnapasso da 1W 350mA è certo che siano al massimo da 3V?
2) Se io compro un driver fino a max 20V (350mA) e collego i miei 4 LED in serie...il driver mi eroga in automatico 12V?
3) se io collego solo un led al secondario del driver, il led non si guasta?
4) oggi mi stavano vendendo un driver con scritto Vout 20V-40V, 350mA. Mi hanno detto che la tensione minima in uscita sarebbe di 20V. E' possibile che ci sia pure questa altra tipologia di driver in commercio?
Avatar utente
Foto Utentemassimoxl
44 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 79
Iscritto il: 20 feb 2018, 19:05

1
voti

[6] Re: Scelta tipologia di alimentazione dei LED segnapasso

Messaggioda Foto Utenteluxinterior » 4 set 2018, 2:25

Non ho mai provato ma sul driver led che a vuoto ha tensione nulla ho dei dubbi. A intuito non vedendo corrente la regolazione dovrebbe alzare tensione finché può farlo per cercare di far circolare la corrente prevista quindi i 27V a vuoto dovrebbero essere plausibili.
Devi sapere quali sono le caratteristiche dei tuoi led Un led di quel tipo di solito ha 3V ma potrebbero esserci più di uno nel faretto.
L assorbimento può essere 350mA 700mA 1000mA va a sapere Più che procedere a caso io cercherei nome e cognome del faretto per verificare le caratteristiche.



Per rispondere alle tue domande
come detto 350mA 3V può essere ma anche no....
Regolando corrente la tensione si alza fino a quando riesce a mantenete la corrente prevista o fino a qusndo arriva al limite.
Se la corrente è corretta collegando un solo led non si deve guastareAlla 4 non so rispondere tutti i driver in corrente hanno comunque una tensione minima sotto la quale non regolano

Se usi l alimentatore da banco metti in serie al led una resistenza o limita la corrente dell alimentatore al valore richiesto dal faretto

Da ultimo se sei in zona friuli mi potresti aiutare col test di una scheda.
Avatar utente
Foto Utenteluxinterior
2.507 2 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1474
Iscritto il: 6 gen 2016, 17:48

1
voti

[7] Re: Scelta tipologia di alimentazione dei LED segnapasso

Messaggioda Foto Utenteelfo » 4 set 2018, 7:42

Toldo ha scritto:Ciao,
Entrambi sono driver LED a corrente costante ma il nuovo acquistato non va bene perché eroga corrente costante a 700ma mentre serviva a 350mA [cut] Cerca un driver LED da 350mA, con una tensione out , almeno 20V. Se ha tensione maggiore non ha importanza.

OK

https://www.distrelec.de/Web/Downloads/_e/_i/pz650310-650311_e_i.pdf

https://www.distrelec.de/en/led-driver-vlm-ptdcc-15-700/p/13390195?q=*&filter_Buyable=1&filter_Category3=LED+Drivers+AC+%2F+DC&page=10&origPos=10&origPageSize=25&simi=99.9

Toldo ha scritto: Un driver corrente costante se a vuoto eroga 0V.

NO!
A vuoto eroga >= max tensione erogabile
massimoxl ha scritto:2) Se io compro un driver fino a max 20V (350mA) e collego i miei 4 LED in serie...il driver mi eroga in automatico 12V?

Un driver a corrente costante da 350 mA eroga una tensione "quanto basta" per far passare 350 mA nei LED
massimoxl ha scritto:3) se io collego solo un led al secondario del driver, il led non si guasta?

NO.

massimoxl ha scritto:4) oggi mi stavano vendendo un driver con scritto Vout 20V-40V, 350mA. Mi hanno detto che la tensione minima in uscita sarebbe di 20V. E' possibile che ci sia pure questa altra tipologia di driver in commercio?

Posta il modello / link al data sheet
Avatar utente
Foto Utenteelfo
2.924 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1282
Iscritto il: 15 lug 2016, 13:27

0
voti

[8] Re: Scelta tipologia di alimentazione dei LED segnapasso

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 4 set 2018, 9:09

Avatar utente
Foto Utenteelektronik
3.557 4 5 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 2072
Iscritto il: 12 mag 2015, 22:26

0
voti

[9] Re: Scelta tipologia di alimentazione dei LED segnapasso

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 4 set 2018, 9:30

qualche piccolo errore quasi in ogni post...diciamo che elfo ha centrato...

I LED segnapasso sono LED singoli, infatti 3Vx350mA=1W.

Quindi ci vuole un driver da 350mA (ma anche qualcosa meno per stressare meno i LED, es 300mA) che abbia come range di uscita 3x4=12V minimo (meglio 15V, visto che la tensione diretta su alcuni LED bianchi sale fino a 3,4V)

A vuoto di solito questi driver, come già detto, si posizionano a tensione massima

Se il driver indica una tensione minima al di sotto potrebbe andare in protezione...la tua tensione minima deve essere di circa 10V
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,7k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7617
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[10] Re: Scelta tipologia di alimentazione dei LED segnapasso

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 4 set 2018, 10:40

ci vuole un driver da 350mA (ma anche qualcosa meno per stressare meno i LED, es 300mA)

Meno corrente implica meno luminosità e purtroppo i driver commerciali che ho visto non lasciano troppa libertà, o 350mA o 700mA.

Nel settore c'è una certa confusione tra LED puri e semplici da alimentare a corrente costante impressa ed altri dispositivi (ad es. striscie) che vanno alimentati in tensione, perché già integrano sistemi per regolare la corrente.


A vuoto, l'alimentatore si posiziona alla massima tensione possibile, che poi diminuisce in funzione del carico connesso.

Alcuni driver sono a corrente costante, e per questo possono operare perfino in corto circuito, altri hanno un certo range di tensione da mantenere.

L'ideale sarebbe avere un certo margine sul valore minimo di tensione, per esempio per poter eliminare un singolo led dalla catena in caso di guasto.
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
2.862 2 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 1530
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti