Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

9
voti

Ci risiamo, l'auto è considerata una vacca da mungere e basta.

Stamattina il nostro "ineffabile" Governo di tecnici (di che?) zitto zitto ci ha mollato una delle sue tante fregature. Nel consiglio dei ministri di stamani sono stati approvati una serie di decreti Presidente della Repubblica , cioè esecutivi appena pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale , e fin qui va bene, dove non va bene è alla voce C del link

http://www.governo.it/Governo/ConsiglioMinistri/testo_int.asp?d=70231

che copio qui sotto

C. MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA

Su proposta del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con i Ministri competenti, il Consiglio ha approvato 2 regolamenti che modificano il Codice della strada:

- il primo regolamento interviene sulla parte relativa ai veicoli eccezionali e trasporti in condizioni di eccezionalità, di segnaletica verticale e di sagoma e masse limiti delle macchine agricole, nonché in materia di attrezzature delle macchine agricole.

Il regolamento, frutto del lavoro di un tavolo tecnico per la semplificazione presso il Dipartimento per la funzione pubblica, adegua il Codice della strada alle novità in tema di sicurezza stradale introdotte nel 2010 (Cfr. legge n. 120 del 2010) in materia di pneumatici invernali, scorta di veicoli eccezionali, durata dell’autorizzazione alla circolazione delle macchine agricole eccezionali, rilascio dell’autorizzazione alla circolazione dei veicoli eccezionali e dei trasporti in condizioni di eccezionalità.


Tradotto dal burocratese significa che ci dobbiamo accollare una botta di denaro per procurarci un treno di gomme invernali. Sembrerebbe una cosa fatta per la sicurezza, ma analizziamone un po' il dettaglio.
In posti come Roma, Napoli, costiera amalfitana, Sicilia, e via discorrendo, mi dovete dire a cosa servono delle gomme da neve. Lì la neve è come l'araba fenice, che vi sia ciascun lo dice, ove sia nessun lo sa.

Altro problema: se il gommista non mi fa il rimessaggio invernale, dove le conservo le mie preziosissime gomme invernali? In garage . E quanti hanno il garage? Allora nel posto auto. E quante ne ritrovo il giorno dopo? E se non ho né l'uno né l'altro? Sai che facciamo? Le mettiamo sotto il letto, come se fossero soldi. Io abito sulla costiera adriatica e ho il posto per conservarle e le ho comprate tre anni fa, ma ques'anno non le ho montate, sono beate e tranquille appese al loro posto e sapete perché? Perché non le uso. Ho comprato delle catene e le ho messe a bordo per essere in regola, dato che quando nevica non uso l'auto, ma non sono il solo, parecchia gente della strada dove abito, lunga si e no 100 metri, quando nevica non usa l'auto. Non devo andare al lavoro, faccio provviste per non uscire non appena le previsioni meteo minacciano neve in zona, non ho motivi per andare nell'interno dove la neve picchia sul serio d'inverno, cosa cavolo mi servono 4 pneumatici da neve? Oltretutto se volessi scendere dal paese a valle le gomme da neve sul ghiaccio vivo di una serie di curve micidiali in discesa esposte a Nord non tengono, l'auto se ne va verso il fossato esterno e non c'è esp e abs che tengano, finisci nella cunetta, sperimentato negli inverni passati, occorre montare le catene.

Hanno pensato alla mia sicurezza? Non penso proprio. E quando cambierò la Croma e mi prenderò una 500 L cosa ci farò con 4 cerchi in lega da 17" a 5 fori con sopra 4 pneumatici da 225/50/17? Ve lo dico io: IL BRODO. O mi devo comprare una macchina Fiat che ha pneumatici da 17" a 5 fori? E se cambio idea e non mi faccio una Fiat? Possibile che dobbiamo essere governati da scalzacani di ogni colore e partito che non sanno quanto costa un litro di benzina ma mettono becco in cose di cui non capiscono la famosa e beneamata mazza? Qualche profano male informato mi dirà: ma così allunghi la vita delle gomme estive. Vero, ma se io le cambio ogni tre/quattro anni sono ancora nel pieno della loro potenzialità. Cosa che non sono dopo 6/8 anni di esposizione all'ozono e agli ultravioletti, e questa è sicurezza? Forse non tutti sanno che dopo il terzo inverno le gomme da neve perdono la principale caratteristica, quella di essere termostabili.

Per dirla con Cromwell:
Per l'amor di Dio ANDATEVENE!

21

Commenti e note

Inserisci un commento

di ,

Tanto per ridere Decreto legge 18/10/2012 n 179 convertito in legge il 17/12/2012 n° 179 e pubblicato il 18/12/2012 sulla Gu N° 294 del 18/12/2012 cosa ti riporta al comma 9) quater? ((9-quater. All'articolo 6, comma 4, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, dopo la lettera ))f)(( e' aggiunta la seguente:)) ((« f-bis) prescrivere al di fuori dei centri abitati, in previsione di manifestazioni atmosferiche nevose di rilevante intensita', l'utilizzo esclusivo di pneumatici invernali, qualora non sia possibile garantire adeguate condizioni di sicurezza per la circolazione stradale e per l'incolumita' delle persone mediante il ricorso a soluzioni alternative ».))

Rispondi

di ,

Non vedo motivi per sbrodolarmi addosso una falsa modestia

Rispondi

di ,

Non avrei saputo trovare parole migliori...

Rispondi

di ,

Di sicuro mezzo secolo di esperienza alle spalle, ti ha insegnato tanto sulle auto , ma non la modestia a quanto vedo o la capacità di dialogare in modo costruttivo con gli altri. Ovviamente questo è il tuo Blog e ne fai ciò che ti pare, ma se rendi pubblica una tua opinione, a nessuno è fatto divieto di controbattere. "il Dipartimento per la funzione pubblica, adegua il Codice della strada alle novità in tema di sicurezza stradale introdotte nel 2010 (Cfr. legge n. 120 del 2010) in materia di pneumatici invernali" L’art. 6 comma 4 lettera e) del Codice della strada, dopo le modifiche della Legge nr. 120 del 29 luglio 2010 ("Disposizioni in materia di sicurezza stradale"), ha introdotto la possibilità per gli enti proprietari o gestori della strada di disporre, mediante ordinanza, l’obbligo per i veicoli di munirsi od avere a bordo catene da neve (c.d. mezzi antisdrucciolevoli) o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio. Le tue traduzioni in "politichese" lasciano il tempo che trovano. Quindi se vivi nel posto più caldo d'Italia, nessuno ti "obbliga" ad usarle. Nemmeno devi però pensare di andare con la tua auto a fare la settimana bianca al Terminillo e non montare le gomme perchè abiti a Taormina. Se poi il comune di Siracusa (proprietario e gestore delle strade di sua competenza terriotriale) decide di imporre l'obbligo, fai un esposto al comune. Le cose vanno sempre ponderate bene prima di partire a razzo contro tutti e tutto.

Rispondi

di ,

Errore la soglia sono inferiore sono i 7° (ma io vedo che se prendi delle buone gomme estive e le cambi ogni 2 anni tengono ottimamente fino agli 0°) quella superiore i 15°, credo cha a Napoli siano più i girni da >15° che i <7. Poi le gomme da neve hanno tassellatura più marcata, il che vuol dire che hai meno gomma a terra=minor superfice d'attrito=maggiori spazi d'arresto!!!! Dov'è la sicurezza, è solo una NUOVA TASSA. P.S. Dove servono le gomme da neve tranquillo che le usano senza che ci sia la legge ad imporlo (Scrivo da Trento).

Rispondi

di ,

Caro Sidro tu sei libero e padrone di montare pneumatici invernali anche in pieno Sahara, la tua disinformazione è tale che questo meriti. Se tu ti fossi informato sapresti che la mescola di un pneumatico invernale inizia a lavorare bene sotto i 7° , e da l'ottimo intorno a 0° (Vuoi vedere che è facile trovarci la neve a 0°?), temperature che a Roma e Napoli non sono la norma in inverno. Usare pneumatici da neve in estate non è vietato da alcuna legge (sicuramente troverai tratti di asfalto a 0° in giro per il mondo) tranne quella del buon senso, dato che la loro mescola è scarsamente resistente agli ultravioletti, e i carbammati usati per accelerare la gomma e renderla termostabile non amano il caldo.Oltretutto il loro consumo al disopra dei 20° sale quasi esponenzialmente. Le mescole estive per renderle resistenti agli Uv sono accelerate con derivati del Mercaptobenzotiazolo, che non è una parolaccia, e da come parli sei un perfetto "tecnico", adatto a far parte del governo di "tecnici" che purtoppo la Merkel ci ha mollato, ma questa è politica . Mi chiedo spesso chi me lo faccia fare a regalare ben oltre mezzo secolo di esperienza nel settore auto, vedo che le cose gratis non piacciono, forse è il caso che mi faccia pagare anche in questo forum, apprezzereste di più sicuramente.

Rispondi

di ,

Pienamente daccordo. Dici bene, qui in friuli l'obbligo è 15 novembre - 15 marzo. Non facciamo l'errore di dire, gomme invernali = gomme da neve. Sbagliato! Le gomme invernali sono pneumatici con mescola adatta alle basse temperature, e per basse temperature sono buoni anche i 10° in inverno di Roma o Napoli. Io le ho montate a settembre del 2011 e non le ho mai tolte (altro che rimessaggio), sono ancora buone e le cambierò sicuramente a settembre di quest'anno (25/30.000 Km.). Se poi cerchiamo scuse per sparare sul governo, allora avanti che c'è posto... ma questo resta un forum di elettronica....

Rispondi

di ,

Secondo me non è del tutto sbagliata la normativa, in quanto un pneumatico invernale garantisce realmente maggior tenuta il che si tramuta in: maggior sicurezza e quindi presumibilmente una riduzione degli incidenti; quindi anche in un risparmio per la collettività (spese ospedaliere e assicurative le paghiamo noi con le tasse). Sicuramente è da rivedere il "dove" è il "quando". Qui in Friuli, se non ricordo male, l'obbligo di dotazioni invernale è dal 15 novembre al 15 aprile ma già a marzo se la stagione è mite non ce n'è la necessità. Immagino che al sud la cosa sia ancora più paradossale.

Rispondi

di ,

credo che per i concessionari di tratte autostradali, ma anche di strade di grande comunicazione sia meno oneroso obbligare gli automobilisti ad utilizzare pneumatici invernali rispetto a spargere sale e far operare gli spala neve, detto questo, i pneumatici da neve garantiscono una sicurezza maggiore. Chi utilizza spesso l'automobile come rappresentanti o trasportatori sono tutti dotati di tali pneumatici, il problema si pone a chi vive in zone geografiche dove la neve compare raramente ,sembra un regalo a chi di professione opera nel settore dei pneumatici.. insomma come sempre vengono fatte scelte sbagliate per non parlare di poi di aumenti programmati

Rispondi

di ,

Robert8 , ritengo che non vi sia nulla di sbagliato nell'esprimere una opinione sull'operato dei rappresentanti politici, non è intrisnecamente parlare di politica. Sarebbe parlare forse di "telecomunicazioni", dar un parere su un programma televisivo? Se poi vi possa essere un errore o un fraintendimento sulla legge o suall sua interpetazione, lo reputo come del tutto genuino.

Rispondi

di ,

@ Robert8:la politica secondo la letteratura greca, è legata al termine "polis" ovvero città di cui fanno inevitabilmente parte i cittadini, e secondo il filosofo Aristotile il termine "politica" significava amministrare la polis cioè la città per il bene di tutti, cioè per il bene dei cittadini. Oggi non è proprio così come ce lo dimostrano le cronache, ma è certo che sia inevitabile esserne direttamente o indirettamente coinvolti dalle scelte di chi fa "politica" perché, volenti o nolenti, la politica ci riguarda tutti, sia che si frequenti un forum, sia che si frequenti un ambiente sportivo, sia nell'ambiente lavorativo, e in tutti i settori che appartengono alla società. Pertanto è difficile non esserne "interessati", poi si può scegliere se discuterne o meno e come,farne parte o meno e come, ma sempre con moderazione e nel rispetto delle parti, compresi i luoghi dove se ne può discutere perché consentito dal "padrone di casa", o perché un ipotetico tema o argomento che si tratta inevitabilmente possa essere ricondotto alla "politica" dalla quale ne sia derivato e proprio perché è un argomento che interessa la società, o meglio la polis ovvero i cittadini, e quindi anch'io.

Rispondi

di ,

Ragazzi,sembrerebbe che ci abbiano ripensato,possibile o abbiano riflettuto la vedo più difficile,però...: http://www.adiconsum.it/aree_tematiche/trasporti_turismo/index.php?arg=41 Pneumatici da neve equiparati agli stessi obblighi delle catene.

Rispondi

di ,

C'entra perchè prima di Natale non hanno fatto altro che sbandierare che erano obbligatorie le gomme da neve provocando una reazione decisa anche da parte delle forze dell'ordine, e tra le altre cose se non hanno niente da ridire Zeno e suo figlio su ciò che scriviamo, chi sei tu per dettare la nostra linea di condotta e quella del forum. Quando questo forum risulterà di tua proprietà sarò ben felice di non scriverci più, ma fino ad allora accetterò osservazioni solo da qualcuno della famiglia Martini, pertanto sei pregato di non elargirmi lezioni di falso moralismo, so sbagliare da solo, se un giorno decidessi di portare il cervello all'ammasso farò tesoro di questo tuo "perbenismo".

Rispondi

di ,

1) Frequento un Tiro a Segno e si parla solo di Sport; 2) Frequento una sala da ballo e si parla solo di ballo; 3) Frequento una palestra e si parla solo di attrezzi; etc. Sapete perchè? Perchè diversamente il luogo diventa un guazzabuglio ingestibile come lo è il parlamento e si perde di vista l'interesse in comune, anzi nascono incomprensioni e rancori. Per favore evitiamo di fare politica in un forum di elttronica ed elettrotecnica. Poi vorrei capire: a) che centra il governo dei tecnici con una legge del 2010? b) dove diavolo sta scritto che i pneumatici da neve sono obbligatori? LEGGE 29 luglio 2010 , n. 120 Art. 1. . . . «e) prescrivere che i veicoli siano muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio».

Rispondi

di ,

Ti è scappato un ulteriore piccolo impiccio, il PFU, quando compri una auto nuova, dall' 11 maggio 2012, devi anche pagare il contributo per lo smaltimento delle gomme, non lo sapevi?

Rispondi

di ,

Ma di cosa vi stupite? Lo stato colpisce a man bassa dova sa che "non si può scappare". Il trasporto privato è una miniera d'oro (perchè credete abbiano fatto incentivi e rottamazione?) Si inizia con l'IVA (acquisto dell'auto nuova), si procede con l'iscrizione al PRA (mi chiedo perchè ci vogliano circa 150€ per questa operazione... mah!) Se vuoi uscire dal concessionario, devi avere l'assicurazione OK (altri soldi allo stato e agli amici...), il bollo non ce lo mettiamo? E le accise sui carburanti? E la revisione ogni due anni? (Cavolo, si è passati da 10 a 2 anni... non si sarà esagerato un pelin?) E il bollino blu? E il pedaggio autostradale? E i parcheggi a pagamento? I pass ZTL... Ora, anche le gomme da neve obbligatorie pure a Lampedusa (?!), quale sarà il prossimo passo? Sarebbe interessante valutare il costo al km di tutta la trafila. PS: Ci metto anche le lampadine passate precocemente a miglior vita grazie all'obbligo degli anabbaglianti accesi in autostrada anche in pieno giorno?

Rispondi

di ,

Sarei curioso di monitorare i movimenti bancari / donazioni immobiliari dai costruttori di gomme verso i partiti politici e/o i proponenti di questa vaccata...

Rispondi

di ,

Proprio un atteggiamento anacronistico e privo di buon senso, nemmeno l'Italia fosse la Svizzara o la Danimarca. Sapevo, girava voce di quests cosa imminente, ore ne ho la conferma. Grazie ancora Babucciodonosor per questo tuo nuovo articolo. Al prossimo.

Rispondi

di ,

Forse è la volta buona che andrò in montagna a scoprire la neve! Apparte gli scherzi, diversi utenti del forum possono confermare, da dove scrivo io, ora, nel mese di gennaio, la temperatura è quasi "mite"... Mi immagino di essere fermato ad un posto di blocco delle forze di P.S., uscire dalla macchina con gli occhiali da sole e in maniche di camicia e venire multato perché non in regola con le gomme da neve, quando ai bordi della strada c'è già il mandorlo in fiore... No, non credo (almeno lo spero) che la cosa verrà applicata in maniera così ferrea ed acritica. Sulle competenze di chi propone certe cose, preferisco sorvolare.

Rispondi

di ,

Ottimo Articolo. Grazie per le info. .. aggiungerei alla frase finale ".....Per l'amor di Dio ANDATEVENE!":tutti ed il più in fretta possibile!

Rispondi

di ,

no comment

Rispondi

Inserisci un commento

Per inserire commenti è necessario iscriversi ad ElectroYou. Se sei già iscritto, effettua il login.