Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Benvenuti al blog elettrico di m_dalpra. Visita il suo
Foto Utente

Il Blog di Marco Dal Prà

Non solo impianti elettrici


Gli ultimi articoli di m_dalpra

pubblicato 21 giorni fa, 504 visualizzazioni

Più volte mi sono trovato davanti ad un progetto di edifici che richiedano la presenza di Gruppi Elettrogeni come fonte di alimentazione di emergenza e/o riserva, ed altrettante volte mi sono chiesto se fosse il caso di progettare l'impianto di Bassa e Media Tensione con gruppi elettrogeni capaci di funzionare sia in isola che in parallelo con la rete. La questione è sia tecnica che economica, ma aggiungerei che è anche psicologica. Vediamo qualche elemento chiave.

Il mio primo gruppo elettrogeno l'ho toccato con mano che ero alle scuole medie. Mio padre a quel tempo (1980 circa) mi aveva portato in un cantiere di uno stabilimento in costruzione nel pordenonese, dove stava realizzando cabina e tutto quello che serviva. A quel tempo la cultura del gruppo elettrogeno, rigorosamente Diesel, era molto semplice : si trattava di macchine nate esclusivamente per funzionare in mancanza della tensione di rete o comunque in una situazione di emergenza, e quindi "in isola". Rigorosa era la presenza anche della coppia di interruttori BT, "Rete" e "Gruppo" interbloccati sia elettricamente che meccanicamente, per escludere qualunque remota possibilità di parallelare il generatore con la rete. A quel tempo il parallelo era difficilmente immaginabile dell'impiantista medio, era visto come una manovra molto complessa, inoltre richiedeva dispositivi di controllo/regolazione che praticamente non conosceva nessuno. Cose che rasentavano la mitologia e che potevano permettersi solo colossi come ENEL o FIAT!

[...]

pubblicato 2 mesi fa, 1.213 visualizzazioni

[AGGIORNATO] Il prossimo 31 Gennaio il discusso dispositivo E-Cat di Andrea Rossi verrà messo in streaming per far vedere in diretta la produzione di calore ed il relativo rendimento. Ricordo che l'inventore asserisce che il suo dispositivo produce energia in base ad una reazione nucleare fredda (nel gergo LENR), ma tale fenomeno è ancora tutto da dimostrare. Il dispositivo in questione sarebbe posizionato in una azienda di Miami (Florida, Stati Uniti) dove, a dire di Rsssi, sta funzionando da Novembre 2018 per produrre calore ad uso industriale. Peccato che come al solito non si sappia nulla dell'azienda utilizzatrice.

Il "E-CAT SK", così si chiama il reattore della Leonardo Corporation, l'azienda che Rossi ha fondato negli Stati Uniti per svilupparlo, avrebbe una potenza nominale di 27kW, pertanto similare ad una caldaia per il riscaldamento domestico.

[...]

pubblicato 4 mesi fa, 292 visualizzazioni

Korea Electric Power Corporation (KEPCO), la più grande società di servizi energetici della Corea del Sud, ha annunciato che sta portando avanti un piano per lo sviluppo di una microgrid basata su blockchain chiamata "Future Micro Grid".

Rivelando le informazioni in un annuncio pubblicato sul suo sito web il 18 novembre, Kim Jong-gap, presidente e CEO di KEPCO, ha dichiarato che la proposta "KEPCO Open MG" creerà una "comunità open energy" che riunirà elementi della tecnologia microgrid esistente con un'implementazione blockchain.

Secondo KEPCO, le precedenti configurazioni di microgrid costituite da piccoli impianti fotovoltaici, turbine eoliche e dispositivi di accumulo di energia avevano difficoltà a fornire energia stabile agli utenti finali, ma questo problema è stato potenzialmente risolto con l'uso di una pila a combustibile come fonte di energia di KEPCO Open MG.

[...]

pubblicato 1 anno fa, 1.118 visualizzazioni

Questo articolo vuole essere una traccia per la stesura della Relazione di Calcolo delle correnti di corto circuito in un impianto di produzione di energia elettrica. Il documento solitamente è necessario per comunicare al distributore il contributo alla corrente di cortocircuito nella rete di Media Tensione da parte dei generatori, ma è necessario anche per dimensionare la tenuta alla corrente di corto circuito dei quadri che devono essere installati nell'impianto. I dati sono di fantasia ma la metodologia è quella che si applica a casi reali. Segnalo comunque che si tratta di un articolo molto sintetico e che non pretende di affrontare il problema in modo esaustivo, ma solo di trasmetterne i principali elementi ed una possibile metodologia per affrontarli.

[...]

pubblicato 1 anno fa, 792 visualizzazioni

Più di qualche volta mi sono sentito chiedere se per fare il minatore di criptovalute, la persona che convalida le operazioni apponendoci sopra una sorta di firma digitale, è necessario avere un impianto fotovoltaico. La risposta, in linea generale, è che questo accoppiamento non è indispensabile, ma può essere molto conveniente. In paesi come l'Italia infatti, visti gli alti costi dell'energia elettrica, questa attività può essere controproducente se Bitcoin e compagnia vengono scambiati a valori particolarmente bassi rispetto ad Euro e Dollari. La presenza di una produzione elettrica a buon mercato quindi viene a compensare questi periodi di calma, mentre accorcia l'ammortamento delle apparecchiature nei periodi più positivi.

[...]

pubblicato 1 anno fa, 855 visualizzazioni

Di recente sono riuscito ad avere tra le mani alcune "macchine" costruite appositamente per vidimare i pagamenti che avvengono nel mondo delle criptovalute come Bitcoin, Ethereum o altre, ma prima di pubblicare i risultati dei test, devo spiegare qualche concetto che sta a monte. Con questo articolo spiegherò come e perché alcuni siti internet offrono servizi dedicati a chi vuole intraprendere questa attività, che nel gergo è chiamata mining.

Le criptovalute hanno scatenato una nuova sfida sia tra gli sviluppatori di Hardware che di Software, con soluzioni sempre più sofisticate quanto originali per risolvere un tipo di problemi che fino a qualche anno fa non erano nemmeno immaginabili. Questo articolo riguarda le criptovalute nelle quali per convalidare i pagamenti che si scambiano gli utenti sono richieste apparecchiature Hardware, perché si deve dimostrare che dietro alla convalida c'è stato un lavoro impegnativo. E' quella che nel gergo si chiama Proof of Work (POW) cioè prova di lavoro. Le persone che svolgono questo lavoro, per il quale sono necessari investimenti in "macchinari", nel nel gergo sono chiamati miners, cioè minatori, perché il lavoro che svolgono è tutt'altro che semplice ma anche perché vengono premiati con criptovalute di nuovo conio.

[...]

pubblicato 1 anno fa, 589 visualizzazioni

E' una notizia che non vorrei mai voluto leggere. I ricercatori Google hanno trovato una falla nella parte Hardware dei microprocessori Intel che "distrugge" uno dei capisaldi della sicurezza di tutta l'informatica moderna : la Modalità Protetta. E' una notizia al limite dell'allucinazione : i computer da oggi sono dei colabrodo. Roba da non credere.

La modalità protetta è una delle modalità in cui può funzionare una CPU Intel. Questa modalità di funzionamento fornisce direttamente un supporto all'esecuzione multipla dei programmi, impedendo che un programma possa accedere per errore all'area di memoria assegnata ad un altro programma [Wikipedia].

La modalità protetta è stata per me una delle maggiori innovazioni dell'informatica degli anni '80, in cui frequentavo l'istituto tecnico. Consentiva al microprocessore di eseguire più programmi contemporaneamente "confinandoli", impedendo cioè ai programmi di invadere spazi destinati ad altri, soprattutto quelli destinati al Sistema Operativo. Era praticamente la fine del DOS, quantomeno a livello concettuale.

[...]

pubblicato 1 anno fa, 430 visualizzazioni

Nonostante il clamore mediatico dato a bitcoin a fine 2017 , le novità che le altre criptovlaute hanno presentato negli ultimi 12 mesi sono state molto più numerose e sorprendenti di quelle relative bitcoin. Nei siti specializzati, infatti, le notizie sono ormai decine ogni giorno, tanto che anche per appassionati ed addetti ai lavori è ormai impossibile seguire tutto quello che sta succedendo. Questo articolo è una breve raccolta di notizie al fine di dare modo al lettore di rendersi conto di come il settore delle criptovlaute sia ormai un "Ecosistema" molto vasto, in fortissima espansione, oltre che in evoluzione. Per consentire una migliore lettura, ho cercato di raggruppare i link, non per ordine di importanza (che non avrebbe senso), ma piuttosto per categorie o per argomento.

[...]

pubblicato 1 anno fa, 921 visualizzazioni

Bitcoin con il mese di dicembre ha perso lo scopo per il quale era stato concepito originariamente, cioè entrare in concorrenza con il denaro contante emesso dagli Stati. Sembra impossibile, ma questo software è ormai diventato terreno di investimenti e anche di importi rilevanti. Qualcuno potrebbe incolpare di questo avvenimento i mercati finanziari, ma invece la colpa non è né degli speculatori professionisti né degli investitori dell'ultimo minuto. La colpa è tutta degli sviluppatori del software, dei programmatori del team "Bitcoin Core". Un vero e proprio autogol. Soprattutto per i developer che si sentivano come dei supereroi inattaccabili. Questa non è una notizia definitiva, ma poco ci manca. Qualcuno ha sottovalutato la velocità di azione che hanno i mercati. O meglio ha semplicemente trascurato l'azione umana. Ma vediamo cosa è successo.

[...]

pubblicato 1 anno fa, 345 visualizzazioni

Con l’invenzione di Bitcoin, la moneta decentrata proposta nell’autunno del 2008 in concomitanza con il fallimento della Lehman Brothers, è arrivata nel mondo dell’informatica la Blockchain, un nuovo modo di memorizzare i dati. Vediamo di cosa si tratta.

La Blockchain è un sistema di archiviazione dati che non permette di duplicare una informazione, ma solo di spostarla da una persona ad un’altra. Da un "proprietario" all’altro. Nella blockchain ogni casella di memoria è individuata da un codice (che nel gergo si chiama indirizzo) e che potrebbe essere paragonato alle coordinate IBAN dei conti correnti bancari. In questo sistema gli utenti si distinguono perché ognuno ha una password che consente di spostare i dati che sono memorizzati nella propria casella di memoria, ma questi dati non possono essere duplicati. L'unica cosa che il proprietario può fare è di spostare una informazione dalla propria casella a quella di qualcun altro, “perdendone” il possesso. Ogni dato quindi esiste una volta sola, è unico. La Blockchain inoltre è un database pubblico, che tutti possono consultare e del quale tutti possono averne una copia; basta installare nel proprio PC il relativo software. Ricordo comunque che una Blockchain occupa uno spazio importante nell'Hard Disk, spazio che seguendo l'evoluzione degli utenti aumenta giorno dopo giorno. La blockchain di bitcoin, sempre per fare un esempio, occupa circa 150 GB di spazio su disco, ed aumenta di circa 1 MB ogni 10 minuti.

[...]

Chi sono

m_dalpra - profilo

Nome: Marco Dal Prà

Reputation: 29.225 6 10 12

Bio: Diplomato ITIS che si occupa prevalentemente di progettazione di impianti per la produzione di energia elettrica e di efficienza energetica. Per quanto possibile, cerco di combattere le cose inutili (che ultimamente proliferano, leggi e norme comprese !)

Web: http://www.marcodalpra.it

I miei ultimi post dal forum

  • Criptovalute

    ... Se ho capito bene: se perdi la password non li puoi più recuperare e la vedova sostiene che non ci sia più la password Confermo, se non si... 21:49

  • Re: Nucleare ..... ed altro

    ...... Questo si traduce in un maggiore rischio di impresa, un maggiore costo delle opere e quindi un minore sviluppo delle rinnovabili. Ma... 21:34

  • Criptovalute

    L'unica cosa che ho capito dei Bitcon è che non ci ho capito nulla. :mrgreen: ...dubbi. Caro magoxax , se vuoi capire, potresti iniziare ad... 21:49

  • Criptovalute

    Il più ricco del cimitero Caro Goofy , a parte il fatto che in Italia pubblicano le notizie con 3 mesi di ritardo, per correttezza devo... 21:49

  • Criptovalute

    Queste sono cose che garantisce la Matematica Vabbè... Caro Sebago , se ti vuoi documentare, ripeto SE, c'è questo intervento di un... 21:49

  • Criptovalute

    Ecco Waltermwp , al di là delle mie opinioni personali, ho trovato un articolo di oggi che conferma quanto ho scritto più volte: ossia che c'è... 21:49

  • Criptovalute

    Invito i lettori a documentarsi direttamente sulla STORIA dei disastri finanziari degli ultimi due secoli SUI LIBRI DI STORIA anziché sui... 21:49

  • Criptovalute

    Un' applicazione potenzialmente molto importante per la tecnologia blockchain: Il demand side response . In un sistema elettrico sempre più... 21:49

  • Criptovalute

    Caro sebago , Chiedere è lecito e rispondere è cortesia. Premessa : io "linko" il più possibile, perchè altrimenti sembrano essere... 21:49

  • Criptovalute

    Visto che nessuno posta nulla, posto io qualche Link per chi voglia documentarsi : WIRED - 11 Marzo 2019 : A cosa servono gli smartphone... 21:49

Vai al Forum


Cerca nel blog di m_dalpra